Chrysler Pacifica: la prima ibrida di FCA è ora in vendita

17 Novembre 2016 0


Chrysler Pacifica Hybrid debutta ufficalmente sul mercato nordamericano, configurandosi come la prima MPV ibrida plug-in, oltre che la più innovativa, grazie a 78 brevetti depositati nel corso delle sue cinque generazioni a cui se ne aggiungono altri 37 nell'attuale.

L'ibrido firmato Fiat Chrysler Automobiles si è fatto attendere ma è arrivato al momento giusto, quando anche tuti gli altri costruttori iniziano a fare "sul serio" dopo gli esperimenti degli scorsi anni. Un'attesa che ha portato ad un sistema interamente sviluppato in casa e impiegato, per la prima volta, su un segmento di mercato particolarmente amato dagli americani, quello dei "minivan".


La nuova Chrysler Pacifica Hybrid mantiene lo spazio e la versatilità della variante tradizionale (che ha debuttato sul mercato questa primavera), in quanto il pacco batterie è situato sotto la seconda fila di sedili e questo non toglie spazio utile per persone e bagagli. Il powertrain è composto da due motori elettrici alimentati da una batteria da 16 kWh agli ioni di litio, in grado di far percorrere al minivan oltre 30 miglia (pari a circa 48 km) in modalità completamente elettrica, per poi aiutare il motore 3.6 V6 Pentastar a benzina. Il consumo combinato nel ciclo dell'EPA è di circa 80 miglia per gallone equivalente.

La batteria si ricarica rapidamente, in circa due ore, utilizzando una presa da 240 volt e consente agli automobilisti di percorrere la distanza media di un tipico guidatore di minivan, mentre l'autonomia combinata raggiunge le 530 miglia, pari a circa 850 km.


La trasmissione eFlite EVT, progettata da FCA US, consente di avere entrambi i motori al servizio della motricità, un vantaggio importante rispetto alle ibride tradizionali in cui un motore muove le ruote e l'altro funge da generatore.

Esteticamente, la nuova Chrysler Pacifica Hybrid si distingue dalla versione tradizionale per lo sportellino dedicato alla presa elettrica, oltre ai vari loghi "e" sulla carrozzeria, ai cerchi in lega dedicati a bassa resistenza aerodinamica, alle prese d'aria anteriori con una diversa griglia e alla specifica tinta Silver Teal Pearl, mentre la strumentazione interna guadagna l'indicatore del livello della batteria del motore elettrico, oltre ad una specifica sezione dedicata al modulo ibrido nello uConnect di nuova generazione.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2