TomTom Vio: video recensione del navigatore per scooter e moto

17 Ottobre 2016 0

Ormai anche il mondo delle due ruote ha da tempo accolto navigatori satellitari di ogni genere e forma. La soluzione di TomTom, Vio, punta però a chi cerca un modello minimalista per ridurre le distrazioni durante la guida.

Con TomTom Vio, il produttore non propone un navigatore ricco di funzioni ma, piuttosto, un modello in grado di semplificare l'interfaccia così da ridurre le distrazioni, specie in ambito cittadino. La scelta è ricaduta su un accessorio che va necessariamente utilizzato insieme allo smartphone, cuore del sistema che fornisce il modulo GPS per la posizione ma anche la cartografia.

Acquistando Vio, infatti, si potranno scaricare gratuitamente le mappe della nostra zona che risiederanno sulla memoria del cellulare così da inviare i dati di navigazione in Bluetooth al Vio. A conti fatti possiamo quindi considerare il Vio come un "monitor" esterno per lo smartphone: perché quindi sceglierlo per la navigazione piuttosto che una custodia per il nostro cellulare da collegare al manubrio o allo specchietto?

I motivi non sono pochi: innanzitutto Vio è un prodotto pensato per questo utilizzo a partire dalle caratteristiche costruttive che lo rendono resistente all'eventuale pioggia. Inoltre il sistema di aggancio offre un'ottima versatilità così da adattarsi ad ogni posizionamento sulla moto e si scollega in pochissimi istanti così come in un attimo è possibile agganciarlo alla base e partire.


Inoltre la presenza di un display dedicato per la navigazione evita di stressare troppo la batteria del cellulare utilizzandone lo schermo, così come evita quei problemi di surriscaldamento che sicuramente avrete notato utilizzando lo smartphone dentro ad una custodia da manubrio in moto d'estate! Se poi la due ruote ha un vano sotto-sella o nel retroscudo con presa USB, il cellulare potrà trovare posto in questo scompartimento ricaricandosi senza cavi che attraversano la moto.

Insomma, i vantaggi di un prodotto del genere non sono pochi e superano lo svantaggio di dover avere un altro dispositivo da portarci dietro e un'altra batteria da ricaricare: in questo caso, però, Vio propone una buona autonomia così da far fronte alle esigenze di viaggio in città durante la settimana; quantificando ha superato le 4 ore, poi l'ho ricaricato con ancora una piccola percentuale di carica residua (19%). Vio è inoltre compatto al punto da trovare posto facilmente anche nei sottosella striminziti delle moto (figuriamoci negli scooter) oppure in tasca/nello zaino.

I diversi supporti hanno dimostrato nelle prove un'ottima versatilità di installazione oltre ad un buon grado di assorbimento delle vibrazioni e lo sgancio rapido è davvero funzionale. A parte il dubbio esplicitato nel video, infatti, il supporto non ha mai ceduto anche nelle situazioni più critiche tra buche, sconnessioni e sanpietrini.


Ottima la luminosità dello schermo, caratteristica regolabile dallo smartphone così come tutte le opzioni di viaggio tra cui la scelta dei punti di interesse da visualizzare (telecamere, autovelox, traffico), tutti aggiornati in tempo reale grazie alla connessione del cellulare. La scelta di un'interfaccia basilare, poi, risulta poi vincente in termini di sicurezza: la possibilità di tenere il cellulare in tasca consente di evitare le distrazioni delle varie notifiche o delle chiamate durante la navigazione e l'interfaccia che non permette di interagire se non per cambiare dalla vista navigazione a quella percorso ci toglie qualsiasi possibilità di distrazione.

Molto comoda la possibilità di pianificare il percorso "a tavolino" dal cellulare e poi inviarlo al Vio ed è possibile aggiungere "soste" al percorso così da creare un itinerario. Se il Bluetooth dello smartphone è già acceso, poi, non sarà necessario selezionare nulla e il dispositivo si connetterà automaticamente per partire in pochissimi istanti.

Buona la fluidità in navigazione che, però, sfoggia un leggero ritardo ad aggiornare la posizione del veicolo dopo alcune svolte ma non è ma tale da pregiudicare l'esperienza d'utilizzo, sia in città che nell'extra urbano. Il software di TomTom ha ormai da tempo raggiunto la maturità e per questo propone una navigazione davvero utile nella vita di tutti i giorni: oltre a sfruttare i database aggiornati su autovelox e telecamere, infatti, ci propone anche il percorso migliore in base alle condizioni del traffico in tempo reale così da non perdere tempo nello slalom tra le vetture in coda.

Forse l'unica mancanza da questo punto di vista è l'impossibilità di impostare un percorso "biker-friendly" in grado di privilegiare curve e dislivelli, opzione offerta ad esempio dal TomTom Rider più pensato per le moto e i viaggi. E' chiaro che Vio strizza l'occhio agli scooter e alla città ma, con un aggiornamento del genere, acquisterebbe valore e potrebbe diventare anche un ottimo compagno per i motociclisti.

Il prezzo è di 169EUR inclusi i diversi accessori per il montaggio (due staffe di supporto), mappe dell'intera Europa così da usarlo anche all'estero, servizi autovelox e traffico gratis a vita e la cover morbida sostituibile con altri colori da acquistare a parte.

Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8 è in offerta oggi su a 499 euro oppure da Amazon a 569 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS

Auto

Polestar 1: autonomia record per la prima coupé sportiva ibrida plug-in

Auto

Toyota Concept-i: a Tokyo la famiglia di elettriche con intelligenza artificiale

Kia

Anteprima Kia Stonic: la prova del B SUV coreano