MINI Countryman: i teaser del crossover ibrido

17 Ottobre 2016 0


MINI ufficializza l'arrivo del suo primo modello ibrido plug-in, diramando alcune immagini teaser che mostrano una silhouette a noi famigliare: si tratta senza ombra di dubbio della seconda generazione del SUV Countryman.

Il prossimo modello di MINI sarà ibrido plug-in: la fase di sviluppo del nuovo crossover "alla spina" sta volgendo al termine e la casa inglese controllata dal gruppo BMW ha voluto testimoniarlo diffondendo alcune immagini ufficiali in cui i dirigenti del marchio fanno bella mostra di sé a bordo del nuovo modello.

La prima vettura BMW con doppio motore combinerà la rinomata attitudine alla guida di MINI con i vantaggi delle zero emissioni garantite da un motore elettrico: gli stessi dirigenti Sebastian Mackensen e Peter Wolf - rispettivamente responsabili del Brand e della serie MINI - hanno potuto saggiare le qualità di questa nuova ibrida, effettuando un primo test drive e testimoniandoci che il classico "go-kart feeling" che contraddistingue da sempre la gamma MINI sarà presente.

Questo anche grazie alla gestione della collaborazione tra i due motori, che lavoreranno non solo in ottica "risparmio energetico" ma anche per contribuire ad aumentare le prestazioni offerte dal powertrain.


MINI non anticipa nulla, ma è sufficiente osservare le immagini per capire che questo nuovo modello ibrido plug-in si tratti della seconda generazione del crossover Countryman: le camuffature nascondono alcuni dettagli, come la grafica dei gruppi ottici e la plancia, ma le proporzioni sono inequivocabili ed è possibile capire come andrà l'andamento del frontale, caratterizzato da una calandra allargata, fari ellissoidali irregolari, fendinebbia e luci ausiliarie a LED che fanno molto "offroad".

Le proporzioni del nuovo Countryman ricordano da vicino quelle dell'attuale generazione, anche se cresceranno le dimensioni e, di conseguenza, lo spazio interno, grazie anche all'utilizzo della nuova piattaforma modulare a trazione anteriore/integrale UKL del gruppo BMW.

Le differenze tra la versione "standard" e quella plug-in fanno parte dei dettagli: la presa per l'alimentazione è posizionata in corrispondenza del Side Scuttle sinistro, il contagiri è stato sostituito da un display che indica la potenza fornita dal motore elettrico mentre il pulsante di avviamento del motore, posizionato al centro della plancia, è qui di colore giallo invece che rosso. L'avviamento del powertrain avverrà sempre in modalità elettrica.

Il motore a zero emissioni (posizionato sotto i sedili posteriori) sarà utilizzato nei primi kilometri di utilizzo, per lasciare tempo al motore termico di raggiungere la temperatura ideale di esercizio. Il motore ausiliario fornirà la sua poderosa coppia istantanea per aiutare nell'accelerazione, oltre a essere presente anche in condizioni di velocità costante.


Diverse le modalità di utilizzo del motore elettrico: in AUTO eDRIVE si possono raggiungere velocità fino ad 80 km/h, mentre in MAX eDRIVE il limite sale a 125 km/h. Presente anche la modalità SAVE BATTERY, che ricarica il motore elettrico tramite quello a benzina per poter sfruttare in un secondo momento la modalità a zero emissioni, magari entrando in una ZTL. Non bisogna dimenticare che il motore elettrico fornisce potenza all'asse posteriore, assicurando così una trazione integrale efficiente.

Per quanto riguarda cilindrata e potenza, in MINI mantengono le bocche cucite, anche se è probabile l'adozione del sistema eDRIVE già presente su BMW 225 xe, la monovolume ibrida plug-in di BMW.

Il nuovo Countryman è previsto al debutto nell'arco di pochi mesi.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8 è in offerta oggi su a 474 euro oppure da ePrice a 653 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini