Aprilia RSV4 e RSV4 RF: le novità 2017 a Intermot

07 Ottobre 2016 0


Un'altra novità "figlia" dell'Euro4 è Aprilia RSV4: anche la sportiva italiana si aggiorna ad Intermot diventando ancora più veloce grazie a novità nella ciclistica e nell'elettronica.

Evoluzione del progetto superbike di Aprilia, RSV4 2017 è stata presentata come un secondo più veloce grazie all'arrivo delle nuove sospensioni Ohlins e del nuovo comparto freni. La ricetta resta la stessa e attinge a piene mani dall'esperienza di Aprilia in pista. Così ritroviamo il motore, il V4 da 201 cavalli portato a Euro4 e utilizzato dal produttore come cuore progettuale da cui partire per il telaio.


Il quattro cilindri a V stretto (65°) eroga 201 cavalli a 13.000 giri con una coppia massima di 115 Nm a 10.500 giri e adotta un nuovo scarico con silenziatore a doppia sonda lambda e nuova centralina di controllo.

RSV4 e RSV4 RF sfoggiano il nuovo APRC, pacchetto elettronico che vede il riposizionamento della piattaforma inerziale, nuovo comando del gas ride-by-wire che taglia 590 grammi di peso e controllo di trazione regolabile in corsa senza chiudere il gas scegliendo tra 8 livelli. Aggiornamenti poi anche per il controllo di impennata, con tre livelli e anch'esso regolabile in corsa, launch control (3 livelli), cambio elettronico ora anche in downshift così da scalare marcia senza premere la frizione, limitatore di velocità e cruise control.


Inoltre la quarta generazione di APRC propone di serie il Cornering ABS multimappa di Bosch che lavora con il sistema anti-sollevamento della ruota posteriore ed è sinergico alle tre mappature del motore (Sport, Track e Race).

Le novità 2017 includono poi la strumentazione a colori con due schermate (Road e Race) personalizzate e disponibili in modalità notturna o diurna. Sulla RF è disponibile la nuova piattaforma V4-MP per collegare lo smartphone alla moto e regolarne tutti i parametri (optional per la RSV4 RR) e gestire il nuovo infotainment con comandi vocali e chiamate.


A livello di ciclistica arrivano le sospensioni di Ohlins (di serie sulla RF che monta anche cerchi forgiati in alluminio) con la forcella NIX e il posteriore TTX con leveraggio progressivo. Completano l'elenco delle novità l'ammortizzatore di sterzo regolabile (Ohlins) e l'impianto Brembo con dischi in acciaio da 330 mm morsi da pinze M50 monoblocco.

Tra gli optional troviamo poi scarico Akrapovic con silenziatore in carbonio, scarico racing completo con terminale in carbonio, Ohlins TTX (di serie su RF), ammortizzatore di sterzo (di serie su RF), componenti in carbonio, tappi specchietti in alluminio, coperchio portatarga, pedane racing regolabili in 9 posizioni, protezioni telaio, semimanubri racing, cerchi forgiati (di serie su RF), leve in alluminio ricavate dal pieno, portatarga regolabile con luce a LED e kit V4-MP (di serie su RF).



0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video