Ford e MIT insieme per potenziare la Smart Mobility | VIDEO

28 Luglio 2016 0

La collaborazione tra Ford Motor Company ed il MIT di Boston si focalizzerà su una ricerca approfondita sulla mobilità del futuro, grazie all'utilizzo di LiDAR e telecamere in grado di fornire una mappatura sempre più precisa di ciò che circonderà i futuri shuttle (anche autonomi).

Ford Motor Company ha stretto una collaborazione con il MIT di Boston (Massachusetts Institute of Technology, uno dei poli universitari più avanzati al mondo) per portare avanti un nuovo progetto di ricerca su come e quanto si muovono i pedoni nelle aree urbane. Questo per migliorare i servizi di trasporto pubblico, tra cui gli shuttle che fanno parte del progetto Ford Smart Mobility.


Il progetto includerà una flotta di shuttle elettrici "on-demand" che opereranno nei pressi dei campus Massachussets e Cambridge. Tutti questi veicoli utilizzano dei sensori e delle telecamere con tecnologia LiDAR, in grado di misurare il flusso dei pedoni con maggiore accuratezza rispetto al tradizionale segnale GPS. Questo dato aiuterà gli sviluppatori del servizio a prevedere la domanda per gli shuttle, fornendo un servizio migliore per tutti i futuri utenti. Ken Washington, vice presidente Research e Advanced Engineering di Ford, spiega meglio come funziona:

I sensori di cui sono dotati i nostri shuttle sono in grado di raccogliere dati per compiere una stima precisa del flusso pedonale nelle zone circostanti. Questo ci aiuta a sviluppare degli algoritmi efficienti, sia per offrire un servizio shuttle più utile, sia per perfezionare la nostra ricerca sulla guida autonoma.

La ricerca verrà condotta nel Dipartimento Aerospaziale del MIT, dove solitamente vengono portati avanti studi su sistemi di guida autonoma per velivoli e veicoli di terra. I dati raccolti dagli shuttle serviranno quindi non solo per il progetto di Ford ma anche per altre ricerche collaterali, comunque correlate al perfezionamento della sicurezza data dai dispositivi di guida autonoma.


Il vantaggio di utilizzare questi shuttle sono le loro dimensioni contenute, che consentono loro di viaggiare sui marciapiedi lasciando comunque uno spazio adeguato ai pedoni, e le protezioni in caso di tempo inclemente (una costante nel New England). Gli shuttle saranno comunque messi a disposizione degli studenti, che potranno prenotarne uno tramite un'applicazione.

Il progetto è l'ultimo di una serie di oltre 30 programmi realizzati da Ford e i vari poli universitari sparsi tra USA, Germania e Cina e fa parte della divisione Smart Mobility che si occupa proprio di migliorare la mobilità di domani, anche - e soprattutto - in vista dell'avvento della guida autonoma.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 404 euro oppure da Amazon a 522 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2