Dieselgate: arriva l'approvazione dell'accordo USA

27 Luglio 2016 0


Un giudice federale ha garantito l´approvazione preliminare del piano di intervento proposto da Volkswagen Group of America lo scorso 28 giugno per la risoluzione dello scandalo emissioni riguardanti il 2.0 TDI.

Per l´ormai tristemente noto 2.0 TDI sembra essere giunto il momento della svolta: Volkswagen AG ha infatti annunciato, per mezzo della propria divisione Volkswagen Group of America, che il giudice federale del Distretto Nord della California, Charles R. Breyer, ha garantito l´approvazione preliminare dell´accordo raggiunto lo scorso 28 giugno da Volkswagen e il PSC (comitato direttivo dei querelanti) per chiudere una volta per tutte lo scandalo emissioni relativo al 2.0 TDI della famiglia EA189.

In attesa dell'approvazione definitiva

Il gruppo inizierà a ritirare le vetture (sia per ripararle sia per riacquistarle) una volta che la Corte Distrettuale deciderà di garantire l´approvazione definitiva, cosa che avverrà entro il prossimo autunno (18 ottobre). Si stima che saranno circa 250/300 le persone che verranno assunte per gestire i vari provvedimenti.

Per quanto riguarda l´intervento di riparazione e aggiornamento software, occorrerà aspettare inoltre che l´EPA (l´agenzia per la tutela dell´ambiente) e il CARB (California Air Resource Board) diano il loro via libera all´operazione (e la questione del 3.0 V6 TDI ci fa capire che non sarà un percorso così scontato).

In particolare, le auto del gruppo Volkswagen dotate del 2.0 TDI vendute negli USA e interessate dai futuri provvedimenti sono Volkswagen Beetle (2013-2015), Golf (2010-2015), Jetta (2009-2015), Passat (2012-2015) e Audi A3 (2010-2013; 2015).

In Italia i primi richiami

Intanto, nella giornata di ieri, sono arrivate in Italia le prime lettere di richiamo ufficiale dei concessionari Volkswagen, che invitano i clienti italiani a portare la propria vettura del gruppo nelle officine autorizzate per poter effettuare gli aggiornamenti necessari per regolarizzare le emissioni dei TDI incriminati. Un intervento che dura tra i 30 e i 60 minuti e che sarà ovviamente a carico di Volkswagen.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente