Batterie Litio Ossigeno: prosegue la ricerca

27 Luglio 2016 0


Torna d'attualità la ricerca sulle batterie Litio Ossigeno, una tecnologia di nuova generazione che potrebbe migliorare notevolmente l'autonomia delle auto elettriche...e non solo!

Le batterie Litio-Ossigeno tornano agli onori della cronaca dopo lo studio dell'Università di Cambridge di cui si è parlato nel novembre del 2015. Questa volta l'ambito accademico è quello del team di ricercatori guidato da Ju Li della Battelle Energy Alliance, professore di ingegneria e scienza nucleare al MIT. Il gruppo è al lavoro su questa tecnologia, in grado di migliorare l'efficienza rispetto alle batterie agli ioni di litio tra le cinque e le quindici volte. Le Lithium-Air, però, devono ancora superare alcuni problemi di efficienza e di resa nel tempo. E' proprio qui che si è inserito il gruppo capitanato da Ju Li, cercando di ridurre lo spreco energetico (energia dissipata in calore in fase di ricarica) e aumentando la longevità di questi accumulatori.

Il futuro delle batterie

Causa del primo problema è proprio l'ossigeno, o meglio le reazioni che questo elemento deve attraversare dato che viene prelevato per la reazione con il litio durante la scarica e torna in forma gassosa durante la carica. Sfruttando l'ossido di cobalto, i ricercatori sono riusciti a stabilizzare il processo evitando il ritorno dell'ossigeno in stato gassoso, riducendo la perdita di tensione (da 1.2 V a 0.24 V) e lo spreco di energia (dal 30% all'8%). Al momento, dopo 120 cicli di ricarica, le batterie sperimentali hanno mostrato una perdita di potenza quantificata nel 2%.

I vantaggi di questa nuova generazione di batterie sono diversi: oltre alla riduzione del pericolo in caso di sovraccarico (le batterie sono state sovraccaricare per 15 giorni a 100 volte la loro capacità senza danni o esplosioni), il minor peso del catodo permette, a parità di massa, di immagazzinare il doppio dell'energia e si potrà raddoppiare ulteriormente questa capacità elementi.

Interessante, infine, il fatto che Ju Li si sia espresso anche sui tempi, prevedendo la possibilità di portare in fabbrica il prototipo entro 18 mesi a patto di trovare degli investitori. La promessa è quindi quella di batterie più veloci da ricaricare, più longeve delle Li-Ion, protette dal sovraccarico e più capaci ed efficienti. Riusciranno i nostri eroi nell'impresa?

Uno smartphone concreto, veloce e con un display eccellente? Asus Zenfone 5Z, in offerta oggi da Computer Shop Pisa a 399 euro oppure da Amazon a 454 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO

Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!