FCA: Jeep Wrangler pickup e un SUV su base RAM

21 Luglio 2016 0


Confermato più volte, il pickup realizzato sulla base del nuovo Jeep Wrangler appare con le prime foto spia che mostrano il prototipo durante la consueta fase di test e con diverse camuffature. Ancora incerte le caratteristiche che dipenderanno dalla prossima generazione di Wrangler, proponendo quindi probabilmente la stessa architettura del fuoristrada con telaio a longheroni e l'utilizzo dell'alluminio per risparmiare sul peso.

Per i motori si ipotizza il classico V6 Pentastar accompagnato da un quattro cilindri turbo e dall'ipotetica versione ibrida oltre ad un diesel che potrebbe debuttare per il pubblico europeo. Completa l'ipotetica dotazione il cambio, tra manuale a sei marce e automatico ad otto rapporti. Considerato che il nuovo Wrangler dovrebbe debuttare a metà del 2017, il pickup potrebbe arrivare come modello 2018 e fare la sua prima apparizione ad uno dei saloni dell'anno prossimo.


Sempre in casa FCA si parla poi di un SUV top di gamma realizzato su base RAM 1500. Non è chiaro quale sarà il mercato di destinazione, se quello americano o anche il Vecchio Continente, ma sembra che il segmento in cui inserirsi sia quello di Chevrolet Tahoe e compagni, così da espandere il raggio d'azione del gruppo italo-americano.

Il nuovo RAM 1500 dovrebbe debuttare nel gennaio del 2018, aprendo la strada al SUV che debutterà nel 2019 e punterà ad offrire un abitacolo spazioso e un bagagliaio in grado di rivaleggiare con i modelli più capienti del settore.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida