Dacia Duster: la seconda generazione anche a 7 posti

11 Luglio 2016 0


La seconda generazione del SUV più economico sul mercato arriverà nel 2017 con un nuovo pianale, motorizzazioni aggiornate e un'inedita versione allungata a 7 posti. Tutta nuova anche la trazione integrale, che arriverà in un secondo momento.

Dopo quasi due milioni di esemplari venduti, Dacia Duster si appresta a lasciare il posto alla seconda generazione, che arriverà il prossimo anno anche in una variante più spaziosa in grado di accogliere 7 passeggeri.

Basato sulla piattaforma modulare CMF di origine Renault-Nissan, il nuovo SUV rumeno farà un salto in avanti in qualità, handling e motorizzazioni: saranno infatti presenti tutti gli ultimi motori del gruppo francese, a cominciare dal 1.2 TCe da 130 CV, fino al 1.6 dCi da 130 CV (forse, per la variante "lunga", anche da 160 CV). Per un SUV low cost, certamente, ma non nei contenuti.

Dove Dacia punterà a risparmiare sarà su alcuni materiali (scordiamoci plastiche morbide e cromature, benvenuti invece materiali solidi e resistenti), sugli accessori (ridotti al minimo e concentrati in pacchetti) e sulla personalizzazione.

Esteticamente il nuovo Duster avrà proporzioni simili a quelle di Renault Kadjar, ma senza inutili orpelli stilistici come cromature e fari elaborati. Si punterà piuttosto su una serie di abbondanti protezioni in plastica nera e gruppi ottici di forma semplice ma dalla grafica contemporanea. Il tutto per restituire una sensazione di robustezza e affidabilità anche in fuoristrada.

A proposito di fuoristrada, il nuovo Duster accoglierà una nuova trazione integrale intelligente (la stessa di Kadjar) che arriverà però in un secondo momento. Non mancheranno comunque sistemi di trazione evoluta come l'Extended Grip.

Inedita sarà la versione a 7 posti, caratterizzata da una carrozzeria allungata (forse anche nel passo) per poter accogliere due passeggeri nel bagagliaio e soprattutto tanti bagagli in più. Una Grand Duster (questo il nome provvisorio) in allestimento top di gamma potrebbe arrivare a costare un massimo di 21.000 euro, rimanendo comunque ben al di sotto delle rivali dirette per quanto riguarda le dimensioni (Hyundai Santa Fe, Kia Sorento, Nissan X-Trail e Skoda Kodiaq).

Per la variante tradizionale aspettiamoci invece un leggero incremento di prezzi (intorno ai 15.000 euro) giustificato però da una dotazione meno scarna che in passato.

Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, in offerta oggi da Clicksmart a 279 euro oppure da ePrice a 320 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2