Honda NSX: la tecnologia "Instant Response"

13 Giugno 2016 0


La punta di diamante di Honda si distingue per il concetto di "Instant Response", che offre un'esperienza di guida sviluppata intorno al conducente: questo grazie alle tecnologie applicate a motore e telaio multi-componente.

Che cosa distingue le supercar del passato da quelle attuali? Beh, sicuramente il fatto che queste ultime appaiono forse troppo "annebbiate" da elettronica, dispositivi di sicurezza, motori che devono rispettare severe normative anti-inquinamento. Insomma, dei "filtri" che distaccano in modo più o meno evidente il conducente dalla vettura.

Honda, con la NSX di seconda generazione, sostiene di aver dato vita ad una supercar che traduce i comandi di guida con una fedeltà e un'immediatezza senza precedenti, generando quella che in Honda chiamano "Instant Response": una risposta istantanea, dunque, che contribuisce a rendere evidente la Nuova Esperienza Sportiva (NSX), una delle peculiarità della nuova sportiva di Honda.

In particolare, dopo aver apprezzato il lavoro di fino fatto dagli ingegneri e designer giapponesi sull'aerodinamica, oggi ci focalizziamo sul concetto di "Instant Response", dato dalla combinazione di propulsore, trazione integrale attiva, cambio a nove rapporti e telaio ultra rigido.

Ted Klaus, Chief Engineer e Globa Development Leader del progetto NSX, spiega come la nuova sportiva giapponese sia in grado di essere così comunicativa:

I nostri ingegneri hanno esplorato nuove tecnologie per dar vita a una vettura in grado di ridefinire le performance delle super car e di offrire un´esperienza intensa e intuitiva al conducente. NSX riesce in questo modo a incarnare una nuova esperienza sportiva, offre prestazioni ai vertici della categoria con un´accelerazione istantanea e dinamiche di guida entusiasmanti ispirando al contempo sicurezza e fiducia.


Il merito va ad una combinazione di fattori. Il primo è il sistema Sport Hybrid Super Handling All-Wheel-Drive (Sport Hybrid SH-AWD), con i suoi quattro motori, che offre una reattività virtualmente istantanea: un motore benzina V6 doppio-turbo da 3.5 litri montato in posizione centrale, accoppiato a un cambio a nove rapporti a doppia frizione (9DCT) e un motore elettrico posteriore Direct Drive, è assistito dall´unità anteriore TMU (Twin Motor Unit), che fornisce potenza alle ruote anteriori tramite due ulteriori motori elettrici, offrendo a NSX i benefici di una trazione integrale attiva.

L'azione del cambio, insieme al motore elettrico a presa diretta, offre cambi marcia quasi istantanei con l´unità elettrica TMU (Twin Motor Unit) che mantiene la trazione durante la cambiata per sviluppare un passaggio altamente fluido e diretto. La coppia - istantanea ed elevata - del motore elettrico garantisce un'accelerazione costante e immediata.

Il TMU è utile anche quando si tratta di offrire un supporto alla frenata in curva (decelerando), oppure durante una sterzata decisa (grazie al controllo diretto dell'imbardata): la combinazione di questi sistemi trasmette al conducente la sensazione che l´auto anticipi i suoi comandi. Il sistema è in grado quindi di aumentare nel conducente la fiducia e la percezione delle proprie capacità di guida, sfruttando al massimo le prestazioni e le caratteristiche dinamiche di NSX.


Il telaio ultra-rigido di NSX consente poi al conducente di spingere la vettura al limite delle sue potenzialità, mantenendo inalterata la sensazione di sicurezza e controllo: grazie - per esempio - a giunti strutturali fusi per ablazione e a montanti dalla sezione ridotta, la rigidità torsionale della carrozzeria è di oltre due volte superiore rispetto a quelle di molte concorrenti.

Insomma, la nuova NSX continua a rivelarsi un'auto estremamente interessante, sia per le specifiche tecniche, sia per la tecnologia applicata, sia per il prezzo relativamente contenuto, oltre che per le curiose modalità di promozione che la casa giapponese - insieme al brand premium Acura - ha pensato per lei: a partire infatti dal 26 giugno prossimo saranno ben due le Acura NSX a partecipare alla Pikes Peak, la famosa gara in salita, attrezzate per gareggiare nelle categorie Time Attack 1 e Time Attack 2, insieme ad una terza vettura, sotto forma di concept car con quattro motori elettrici, ispirata alla NSX.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani