Takata: nuovi richiami per 2,5 milioni di veicoli

03 Giugno 2016 0


Altri sei costruttori hanno annunciato di dover richiamare quasi 2,5 milioni di veicoli dotati dei sistemi di gonfiaggio difettati di Takata. In tutto sono oltre 100 milioni le auto richiamate finora, un record che è destinato a rimanere imbattuto.

Nuova ondata di richiami dovuti al sistema di gonfiaggio anomalo degli airbag forniti da Takata, il colosso giapponese che dal 1988 fornisce airbag al 20% delle auto che circolano in tutto il mondo, in particolare negli USA. Il difetto di fabbricazione consiste nella possibilità che i sistemi di gonfiaggio esplodano con troppa energia, scagliando schegge metalliche potenzialmente mortali nell'abitacolo.

I richiami odierni, tutti riferiti al mercato USA, includono 1,9 milioni di SUV e veicoli commerciali di GM, oltre a 217.000 Volkswagen, 200.000 Mercedes, 92.000 BMW, 54.000 Jaguar/Land Rover e 5.100 veicoli commerciali Daimler, in aggiunta agli 1,9 milioni di Ford annunciati ieri.

Numeri che, nella sola ultima settimana, raggiungono i 16,4 milioni di richiami, portando il totale delle auto con sistema difettoso alla cifra inquietante di 100 milioni dai primi richiami del 2013.

La gravità della situazione, per la quale Takata è ora sotto controllo di un team di esperti finanziari che stanno provvedendo allo stanziamento dei fondi per coprire le spese di richiami e risarcimenti, è evidente se si ricorda che il difetto del sistema di gonfiaggio dei sopracitati airbag ha causato finora 13 vittime accertate e oltre 100 feriti.

La US National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha cercato di rassicurare alcuni dei consumatori, affermando che i sistemi Takata più recenti non sono sottoposti ad un rischio di esplosione immediato, a meno che l'auto non sia stata esposta per anni ad alti livelli di umidità e sbalzi termici.

Alcuni costruttori - come GM - hanno poi avviato alcuni test interni per assicurare che i propri veicoli, dotati del sistema incriminato, fossero comunque esenti da criticità in quanto dotati di un disegno specifico e leggermente diverso da quello "standard".

Intanto, molti costruttori continuano a vendere - sotto controllo, almeno questo è quello che hanno dichiarato alla stampa - milioni di veicoli dotati degli airbag difettosi, nonostante siano comunque pronti a maxi richiami nei prossimi 3 anni.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster

Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO