Nissan GT-R Nismo: ecco il MY2017

27 Maggio 2016 0


La recente "final edition" della Nissan GT-R, presentata al Salone di New York, riceve le cure della divisione sportiva Nismo, per un canto del cigno davvero ricco di emozioni.

Novità per la Nissan GT-R: dopo il corposo restyling che sancisce gli ultimi due anni di carriera della popolare sportiva giapponese, in vendita dal 2007, ecco che anche Nismo ci mette le mani sopra, con una serie di aggiornamenti di carattere ancora più racing e squisitamente in linea con il concetto di sportiva nipponica.


Come il modello "standard", infatti, anche la GT-R firmata dalla divisione Nismo (Nissan Motorsport) riceve nuovi paraurti anteriore e posteriore, con fari full LED e luci diurne a LED incastonate nel paraurti. Una nuova modanatura in fibra di carbonio a vista corre lungo tutta la parte inferiore della carrozzeria, alternata a inserti del classico rosso Nismo. Queste minigonne, oltre a rendere più aggressiva e leggera la GT-R, sono anche studiate appositamente per ridurre la penetrazione aerodinamica, convogliando l'aria in modo ottimale verso il fondo della vettura. Tutto nuovo è anche l'alettone posteriore, più leggero e di dimensioni più importanti: tutti questi accorgimenti producono un livello di deportanza inedito per il modello.


Tante personalizzazioni anche all'interno, dove la nuova impostazione della plancia della GT-R "standard" viene mantenuta e arricchita da un rivestimento quasi totale in Alcantara, insieme a nuovi inserti in fibra di carbonio sparsi un po' ovunque nell'abitacolo. Specifici per la Nismo sono poi i sedili sportivi Recaro, caratterizzati da una struttura a guscio in carbonio e parzialmente rivestiti in pelle.

Le sospensioni beneficiano del consistente upgrade ricevuto dalla GT-R lo scorso aprile, aggiungendo un nuovo tuning ancora più sportivo che ne migliora del 2% i tempi di slalom e sterzata rispetto al precedente modello. Il 3.8 V6 con doppio turbo-compressore sviluppa ora la ragguardevole potenza di 600 CV, ben 27 in più rispetto alla GT-R 2017, che aveva già avuto un'iniezione di 24 CV rispetto alla precedente.

Nessuna variazione al cambio doppia frizione a 6 rapporti, che lavora in simbiosi perfetta con il 3.8 che, lo ricordiamo, è assemblato interamente a mano da un ingegnere (che poi firmerà il suo "capolavoro") in una stanza dedicata dello stabilimento produttivo giapponese di Yokohama (mentre il resto della vettura è assemblato a Tochigi).


I tecnici Nismo promettono una GT-R ancora più sportiva ma allo stesso tempo più equilibrata, adatta per gustarsi una strada di montagna o un track day.

Hiroshi Tamura, Chief Product Specialist della GT-R Nismo e di quella "standard", descrive così la sua ultima creatura:

La GT-R Nismo enfatizza la R del proprio nome. Il suo legame diretto con le corse la rende adatta ad ogni condizione, garantendo al guidatore il più alto livello di eccitazione e divertimento. Con la GT-R 2017 come punto di partenza, la nuova Nismo è diventata un'auto ancora più equilibrata, non solo con maggiori prestazioni, ma anche una sensazione di "premium" inedita. Si tratta del risultato della nostra instancabile ricerca del piacere di guida definitivo.

Disponibile a partire dall'autunno, la nuova GT-R Nismo offre 5 colori esterni, con il bianco che farà sicuramente da padrone.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani