Tesla: la Model 3 rivoluzionerà il metodo produttivo

06 Maggio 2016 0


L'introduzione della Model 3 e la conseguente impennata della produzione porterà importanti modifiche alla filiera produttiva di Tesla, tanto da avere l'ambizioso obiettivo di essere il miglior costruttore al mondo.

Tesla sta per affrontare il più grande cambiamento della propria storia: con oltre 325.000 ordini per la nuova ed attesissima Model 3 e una previsione di 500.000 elettriche vendute entro il 2018 (si vocifera addirittura un milione entro il 2020), la nuova berlina elettrica "per tutti" dovrà necessariamente introdurre un nuovo metodo produttivo, per agevolare e rendere il più semplice possibile la produzione e l'assemblaggio dell'annunciata best seller californiana. Lo stesso Elon Musk ha detto che

la model 3 è la prima auto di Tesla che sarà facile da costruire

lasciando intuire quindi che l'attuale metodo produttivo (che sforna ogni giorno Model S e Model X) non si addice a grandi volumi di produzione, risultando costoso, lento e poco efficiente.

Proprio qualche giorno fa Tesla ha comunicato di aver avuto problemi produttivi per il SUV Model X, motivo per cui - si presume - sia stato dato il benservito a due dirigenti responsabili della suddetta produzione. Il motivo? Tesla avrebbe peccato di "hybris", ossia di mancanza di umiltà, volendo dotare fin dall'inizio il Model X di una dose eccessiva di dispositivi tecnologici (difficili da implementare e produrre), oltre che non volendo limitare la produzione (almeno per un periodo iniziale). Il risultato sono vetture inizialmente inaffidabili e problemi di fornitura di alcuni pezzi.

Tanto che Musk ha deciso di eliminare tanti di questi "gingilli" tecnologici dalla piccola di casa, aggiungendo di essere in contatto con i fornitori su come ottimizzare e semplificare la produzione della Model 3, esigendo da questi ultimi il massimo degli sforzi. Al punto che Musk è certo che, con la Model 3, Tesla sarà in grado di aggiudicarsi il titolo di "world's best manufacturer"

Lo stesso Musk controllando personalmente ogni giorno la linea produttiva di Model X, ha rassicurato la stampa e i clienti, dicendo che negli ultimi giorni Tesla è riuscita a produrre un lotto di Model X che non necessita di ulteriori aggiustamenti.

Dato l'elevato numero di ordini (che, secondo il patron di Tesla, sono solo una piccola frazione degli ordini che arriveranno quando la gente sarà in grado di toccare con mano le qualità della Model 3) Tesla dovrà presto integrare la produzione californiana di Fremont con degli stabilimenti in Europa e Cina. Un passo quasi obbligato per mantenere i prezzi sui livelli dichiarati durante la presentazione (35.000 dollari).


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e QuantumScape, joint venture per le batterie allo stato solido

Auto ibride 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

Volkswagen

Volkswagen T-Roc: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: recensione auto elettrica, consumi e autonomia | VIDEO