Maserati Alfieri e GranTurismo: le sportive entro il 2018

27 Aprile 2016 0


Dopo un periodo in cui sembrava che la versione di produzione dell'anti 911 italiana fosse stata cancellata, Maserati rivela che l'Alfieri si farà, e arriverà nel 2018, un anno dopo la seconda generazione della GranTurismo.

La concept car Maserati Alfieri, presentata al Salone di Ginevra del 2014 e fonte di ispirazione per il frontale del SUV Levante, si farà. Basterebbe questa informazione a far dormire sonni tranquilli gli appassionati del marchio di Bologna con sede a Modena.

Dai vertici di Maserati arrivano invece nuovi, interessanti dettagli sullo sviluppo della gamma del Tridente, ora in fase di assestamento dopo il lancio delle berline Ghibli e Quattroporte e del recente SUV Levante. Maserati si focalizzerà prima di tutto sull'aggiornamento di metà carriera delle prime due berline, che riceveranno in dote tutti gli ultimi sistemi di sicurezza attiva e passiva introdotti dal SUV. Poi, entro i prossimi tre anni, vedremo rinnovarsi e ampliarsi la gamma delle sportive di razza, a lungo "trascurate" per fare spazio a modelli di volume.

Entro il 2017, secondo il Davide Danesin - responsabile per lo sviluppo dei nuovi modelli Maserati, intervistato dalla rivista Drive - arriverà l'erede della GranTurismo, una coupé di grandi dimensioni (intorno ai 5 metri) che se la vedrà con Bmw Serie 6 e Mercedes Classe S Coupé. Un anno più tardi, invece, sarà il turno della versione di serie della premiatissima Alfieri, una 2+2 più compatta della GranTurismo, in grado di contrastare sportive blasonate come Jaguar F-Type, Mercedes-AMG GT e Porsche 911. Le frecce all'arco di questi due modelli saranno uno stile mozzafiato, caratterizzato da cofano lungo, coda rastremata e sbalzi ridotti, oltre ovviamente ad una dinamica di guida che solo Maserati può dare.

Proprio per ottenere performance stradali di primo livello, Maserati ha pensato di sviluppare una base tutta nuova, esclusiva per le due sportive: realizzata con alcuni componenti ripresi dalla Ghibli, sarà più leggera grazie ad un maggiore utilizzo di alluminio, con il motore più in basso per abbassare il centro di gravità. Una vettura realizzata in funzione della trazione posteriore: a quanto pare, la presenza di una trazione integrale appesantirebbe troppo la nuova architettura e introdurrebbe troppi vincoli estetici.

Se per la Alfieri (il nome è provvisorio) si parla anche di una variante cabriolet, è invece incerto lo sviluppo di una variante open-top della GranTurismo. Per quanto riguarda le motorizzazioni, si partirebbe per entrambe da un 3.0 V6 biturbo benzina da 350 a 430 CV, per poi arrivare ad un più corposo V8, riservato alla GranTurismo e presto installato anche su Levante, con potenze oltre i 500 CV.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tigershopit a 569 euro oppure da Unieuro a 639 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani