Toyota uBox: l'auto per i giovani del futuro

13 Aprile 2016 0


Toyota presenta uno studio su quattro ruote sulla vettura della Gen-Z, la futura generazione di automobilisti, realizzato in collaborazione con degli studenti neolaureati all'Università di Clemson presso il Centro Internazionale di Ricerca sulle Automobili. 
Come sarà l'auto del futuro? Gli ingegneri e i designers di Toyota Motor North America hanno collaborato con degli studenti neolaureati provenienti dal Centro internazionale per la Ricerca sulle Automobili (CU-ICAR), realizzando un veicolo innovativo e flessibile, pensato espressamente per venire incontro alle esigenze della prossima generazione di automobilisti, definita in gergo Gen-Z.
La uBox è il risultato di un processo di ricerca e sviluppo che indaga ogni aspetto della progettazione di un'automobile:
Deep Orange (il nome del progetto congiunto) offre agli studenti esperienze sul campo per quanto riguarda l'intero processo di sviluppo del prodotto - queste le parole di Johnell Brooks, professore associato presso la Clemson University, nel South Carolina -  È come un grande campo scuola automobilistico in preparazione al mondo reale, e questo è possibile grazie a partner come Toyota.

uBox è un laboratorio viaggiante, pensato per un giovane imprenditore che vuole un veicolo che possa garantire praticità e divertimento nel weekend e allo stesso tempo possa offrire spazi da ufficio o conunque sopperire alle esigenze lavorative in settimana. Ecco i punti salienti del progetto:

  • Uno stile esterno fresco, giovane e dinamico, con l'idea che la vettura sia proiettata in avanti, esattamente come la generazione-Z è proiettata al futuro.
  • Un interno versatile, rimodulabile per varie attività: un pavimento basso permette di riconfigurare o rimuovere i sedili.
  • Gli inserti interni possono essere personalizzati con la stampa 3D e condivise con una community di proprietari.
  • Un motore elettrico compatto garantisce prestazioni divertenti a zero emissioni, consentendo inoltre la ricarica dei propri device, grazie a delle prese a 110 Volt locate sia dentro sia fuori dall'abitacolo.

Interessante l'applicazione di una tecnica di poltrusione, costruzione inedita per la fibra di carbonio sviluppata dagli studenti, per i montanti del tetto, che consentono di sorreggere un tetto in vetro curvato.

Il prototipo, ora esposto al Cobo Center di Detroit, si configura dunque come un'interessante interpretazione dell'auto del futuro, qui vista come un mezzo dinamico, ecologico , modulare e personalizzabile. Che ne pensate?

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus è in offerta oggi su a 530 euro oppure da Amazon a 775 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani