Alfa Romeo Giulia: Wester non esclude coupé e cabrio

16 Marzo 2016 0


Alfa Romeo potrebbe presto allargare la gamma della neonata Giulia grazie all'introduzione di una variante coupé e di una scoperta. Resta poco probabile invece la possibilità di una versione giardinetta.

Alfa Romeo è in pieno rilancio, di immagine e di prodotto: dopo la Giulia, presentata nella sua gamma completa al Salone di Ginevra, dopo la conferma che il SUV, che arriverà in autunno, si chiamerà Stelvio, ecco che arrivano dai vertici di FCA nuove indiscrezioni riguardanti il possibile ampliamento della gamma Giulia.

Il Brand del Biscione ha recentemente aggiustato il piano di rilancio, annunciando che numerosi dei modelli attesi nel prossimo biennio sarebbero stati rinviati alla fine del decennio. Dopo il SUV medio, atteso in autunno, ci sarà un ulteriore crossover di dimensioni maggiori che arriverà nel 2018, mentre il 2019 sarà l'anno della rinnovata Giulietta, forse a trazione posteriore. Entro il 2020, dovrebbe arrivare una berlina di grosse dimensioni (probabilmente una segmento E, per contrastare Audi A6, BMW Serie 5, Jaguar XF e Mercedes Classe E) più una "specialty" non meglio identificata.

Intervistato a riguardo, il CEO di Alfa Romeo Harald Wester ha rivelato che, entro il 2020, ci sarà la possibilità di aggiungere ulteriori modelli e, riguardo a delle future coupé e cabriolet sportive, ha risposto

Quando abbiamo comunicato che il piano industriale aggiornato sarà costituito da quattro lanci principali entro i prossimi 5 anni, questo non vuol dire che non ci sia spazio per fare dei modelli del genere. Ovviamente c'è una priorità e una sequenza naturale in quello che stiamo facendo. Dobbiamo intensificare la nostra rete di venduta globale e stiamo investendo molto con i nostri partner in questo processo. Quindi avremo bisogno di garantire una continua offerta di auto potenzialmente ad alto volume per sostenere l'investimento. [...] Quanto vendono le cabriolet di maggior successo? 30/40.000 vetture l'anno? Alfa ha bisogno di auto in questo segmento. E le avrà. Bisogna solo decidere quando.

aggiungendo che la piattaforma della Giulia è abbastanza modulare per poter ospitare vetture più piccole ma anche molto più grandi.

Le due versioni sportive della Giulia potrebbero essere un investimento dal costo relativamente basso e garantirebbero un maggior prestigio ad un marchio in espansione, specialmente in mercati come gli Stati Uniti dove le attuali Mito e Giulietta non saranno importate. Wester ha inoltre aggiunto che la 4C potrebbe ricevere una nuova versione dotata di un motore ancora più performante, che potrebbe essere il nuovo 2.0 benzina 4 cilindri da 280 CV che equipaggerà la Giulia per il mercato USA.

Nell'attesa che emergano nuovi dettagli su queste importanti novità per la gamma del Biscione, ecco le prime ricostruzioni, realizzate da AutoEXPRESS, della versione Coupé, che si configurerà come concorrente di BMW Serie 4, Mercedes Classe C Coupé e Lexus RC.



L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, compralo al miglior prezzo da Amazon a 664 euro.
Apple Ipad Pro 10,5" Wi-fi 64gb Space Grey è disponibile da puntocomshop.it a 627 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Renault

Renault Scenic dCi 160 EDC Initiale Paris: recensione e prova su strada | HDtest

Renault

Renault Koleos: recensione e prova su strada

Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest