Guida autonoma Google: il brevetto per riconoscere i bus

15 Marzo 2016 0


Una delle situazioni più rischiose in città è sicuramente la guida in prossimità di un bus, specie quando questo si ferma per far scendere i passeggeri. Considerate le dimensioni del mezzo, infatti, non è raro che in fase di sorpasso di un bus fermo ci si trovi di fronte a pedoni che spuntano improvvisamente dai lati del veicolo e la situazione richiede la massima prudenza, specie se si ha a che fare con bambini [o con pendolari frettolosi...]

Così Google ha presentato un nuovo brevetto che risale al 2014 me che è stato pubblicato solo di recente dopo le solite procedure di controllo. Il brevetto prevede un sistema dedicato alla guida autonoma in grado di riconoscere i bus. Il computer legge le dimensioni dei vari veicoli in strada comparandole con il suo database, analizzando colore e l'eventuale parola "scuola" in caso di scuolabus. Una volta identificato che si tratta proprio di un bus dedicato al trasporto dei più piccoli, il sistema entra in modalità "allerta", aumentando il livello di attenzione e prevedendo un gran numero di pedoni sulla strada in caso di fermata.

Curioso che questo brevetto arrivi proprio in concomitanza con il primo incidente della Google Car con un bus (trovate qui info e video), anche se si tratta solamente di un caso dato che, appunto, l'inoltro della pratica risale ad un paio di anni fa.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani