Abarth 124 Spider debutta a Ginevra | Video anteprima

01 Marzo 2016 0

L'attesissima variante corsaiola della nuova spider Fiat ha fatto il suo debutto al Salone di Ginevra, ed è super tecnologica.


Abarth presenta un modello completamente nuovo dopo anni: è l'attesa 124 Spider che - a detta del Marchio dello Scorpione, farà sorridere i fortunati che la guideranno.

Abarth 124 spider è dotata infatti di un differenziale autobloccante meccanico di serie, per garantire motricità e trazione anche nelle situazioni più critiche e fornire un comportamento dinamico impareggiabile. Nata da una costola della Mazda MX-5, la 124 Spider nella sua versione più spinta ha però un carattere completamente diverso, ponendosi come nuovo paradigma di riferimento delle roadster sportive.

Questo grazie ad un'attenta distrubuzione delle masse, concentrate all'interno del passo con un rapporto 50/50, anche grazie al motore installato dietro l'asse anteriore. Per un peso che non supera i 1060 kg ed un rapporto peso/potenza di 6,2 kg/cv.

Uno speciale cofano attivo consente di evitare tutte quelle strutture per la protezione dei pedoni che avrebbero inutilmente aumentato il peso della vettura: tramite sensori sulle traverse e due piccole cariche pirotecniche posizionate nel vano motore, il sistema è in grado di rilevare l'urto contro un pedone e di attivarsi in pochi millisecondi, creando uno spazio di sicurezza tra cofano e motore, attenuando così le conseguenze dell'impatto.

Le sospensioni della Abarth 124 spider utilizzano uno schema a quadrilatero alto all'anteriore e una architettura multilink a 5 bracci al posteriore. Il feedback di guida sullo sterzo è stato ottimizzato attraverso una taratura sportiva specifica del sistema di servoassistenza. Inoltre, gli ammortizzatori Abarth by Bilstein, le molle a taratura specifica e le barre antirollio maggiorate forniscono una maneggevolezza e una precisione di guida ottimali.
Completa l'opera di set up "racing" l'impianto frenante Brembo, con pinze fisse anteriori in alluminio a quattro pistoncini,  che garantisce spazi di frenata minimi e un'ottima resistenza al surriscaldamento anche dopo un uso aggressivo prolungato, per un feeling del pedale sempre piacevole e sicuro.

Infine, il motore: il noto 1.4 MultiAir Turbo a 4 cilindri eroga 170 CV e 250 Nm di coppia, per una velocità massima di 232 km/h e un'accelerazione 0-100 km/h in 6,8 secondi. Il sound del motore è esaltato da uno scarico Record Monza con sistema dual mode, che permette di variare il percorso dei gas di scarico al variare del regime del motore, generando un suono intenso e profondo.

La trasmissione è affidata ad un cambio manuale a 6 marce oppure ad un automatico "Sequenziale Sportivo Esseesse", che sfrutta al meglio la coppia del motore e trasmette sensazioni dirette e non filtrate. Gestibile sia attraverso la leva sul tunnel che attraverso le palette al volante, offre cambiate rapidissime.


I controlli elettronici sono integrati dal Drive Mode Selector, un dispositivo di gestione delle prestazioni, operabile attraverso una levetta sul tunnel centrale, che permettere di scegliere tra due diversi settaggi: "Normal" e "Sport", il primo destinato alla guida di tutti i giorni, il secondo ottimizzato per una guida sportiva. Il sistema è in grado di intervenire su più parametri: coppia massima erogabile, risposta del pedale dell'acceleratore, livello di intervento del servosterzo, soglia di intervento dei controlli di stabilità e trazione (se non disinseriti per la guida in pista), sound allo scarico attraverso la gestione motore in fase di cambiata. Inoltre, per le vetture dotate di cambio automatico, interviene sui punti di cambiata e sulla velocità nei passaggi di marcia.


Abarth ha lavorato per conferire un design eccezionale alla 124, aggiungendo il kit racing antiriflesso, un trattamento nero opaco per cofano e bagagliaio; il kit racing Alcantara® che eleva la qualità complessiva degli interni, garantendo al contempo una vera sensazione di guida sportiva grazie alle sue finiture scure e al suo grip.

Ogni vettura verrà collaudata e certificata da un tecnico Abarth e, per sottolineare l'esclusività dell'Abarth 124 spider, viene applicata una targhetta metallica che riporta il numero progressivo. Le prime 2.500 vetture della produzione 2016 saranno infatti numerate: un numero unico per un cliente unico.

Il design della Abarth 124 spider riflette l'eccezionale schema meccanico della vettura (caratteristica chiave per ottenere proporzioni perfette in una vettura sportiva): il lungo cofano sottolinea l'importanza del motore e la grande potenza della vettura, i corti sbalzi ne esaltano l'agilità e l'abitacolo vicino all'assale posteriore per permettere al guidatore di sentire la strada. Le forme sono state sviluppate pensando alle prestazioni: l'ampia presa d'aria del paraurti anteriore e l'estrattore aerodinamico di quello posteriore sono stati affinati in galleria del vento, come pure lo spoiler posteriore e il frangivento che contribuiscono a gestire al meglio i flussi d'aria.


Le finiture dei cerchi in lega da 17", della cornice del parabrezza e dei roll bar sono in colore "Grigio Forgiato", scelto per sottolineare l'anima grintosa e tecnica della vettura.

All'interno del paraurti sono inseriti due elementi a contrasto con il nero della griglia: uno spoiler anteriore e un tappo gancio traino color "Rosso Corsa" che caratterizzato il look del frontale e richiamano la presenza del classico gancio traino rosso da track day. Il rosso è richiamato inoltre nelle calotte degli specchietti retrovisori. Questi tre elementi, qualora in combinazione con le vernici rossa e blu della carrozzeria, saranno presenti in colore Grigio Titanio. Gli esclusivi fari a LED, anteriori e posteriori, aggiungono espressività alla vettura, di giorno e di notte. Un dettaglio importante dei fanali posteriori sono gli inserti in tinta carrozzeria che formano una superficie luminosa ad anello. La parte posteriore della Abarth 124 spider è caratterizzata da due elementi: la sezione a coda di rondine dei parafanghi posteriori e le luci posteriori orizzontali, che riprendono caratteristiche proprie dell'antesignana. La forma dei parafanghi posteriori, la cui superficie superiore rientra verso il cofano baule, dona al retro dell'auto una caratteristica sagoma a V.


Disponibile in cinque diverse colorazioni: due tonalità pastello, "Bianco Turini 1975" e "Rosso Costa Brava 1972", e tre  metallizzate, "Blu Isola d'Elba 1974", "Grigio Portogallo 1974" e "Nero San Marino 1972". Anche il nome di queste colorazioni intende essere un tributo ai prestigiosi successi ottenuti dal marchio nel mondo dei rally. La colorazione di serie è il Nero San Marino 1972. L'Abarth 124 spider è dunque l'unica della sua categoria ad essere offerta di serie con una vernice metallizzata. Come detto, le vetture sono dotate di cofani con trattamento nero opaco. Questa finitura è un chiaro richiamo alla storica Abarth 124 Rally che adottava questa soluzione per ridurre i riflessi del sole sul pilota. Il cliente potrà però scegliere di avere la propria Abarth 124 spider con cofani in tinta carrozzeria, senza alcun aggravio di costo.


Disponibile da settembre in tutta Europa, con prezzi a partire da 40.000 euro. Non perdetevi il nostro LIVE nelle prossime ore!


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video