Nilox DOC Hoverboard 6.5: recensione hoverboard elettrico | video prova

24 Febbraio 2016 0

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Qualcuno già pensa che, nel futuro, le città saranno popolate da hoverboard come il Nilox DOC Hoverboard 6.5, in grado di rimpiazzare l'utilizzo della macchina o dello scooter per i piccoli e medi spostamenti: una commissione in posta o in banca, il panettiere, il bar per la colazione...quante volte prendiamo l'auto anche per queste tratte brevi nel raggio di uno, due o tre chilometri? Qualcuno potrebbe, giustamente, sostenere che si tratta di percorsi dove auto e moto andrebbero sostituiti con la bicicletta ma, in caso di pioggia o di caldo torrido, bisogna considerare il rischio di inzupparsi i vestiti o arrivare a destinazione madidi di sudore.

Insomma, quale che sia il futuro, il presente ha già iniziato a dare fiducia agli "hoverboard", categoria che racchiude prodotti diversi (una o due ruote, in linea o meno...) ma accomunati dallo stesso intento: proporre una soluzione che può essere utilizzata sia per il divertimento e per qualche acrobazia, sia per la mobilità urbana come sostituto o complemento di auto e mezzi di trasporto.


Persino Milano, nonostante l'abbondanza di linee metropolitane rispetto alle altre grandi città italiane, presenta zone d'ombra in cui un hoverboard si inserisce perfettamente, consentendoci di percorrere il chilometro restante dalla metro all'ufficio nella massima comodità.  Tanti gli usi possibili per questa categoria di prodotti, usi per i quali ho messo alla prova il DOC 6.5 di Nilox che si è dimostrato in grado di affrontare tutte le avversità dell'utilizzo quotidiano.

Partendo dalle caratteristiche, Nilox ci propone a 499.99EUR un hoverboard realizzato in Cina ma con una scelta di componenti che pregia la qualità e l'affidabilità, confermata dal team di controllo qualità italiano gestito dall'azienda. Il prezzo si distacca necessariamente da quello di prodotti cinesi disponibili online ma la prima prova di qualità di questo modello è arrivata poco dopo l'inizio della prova.


Il primo tentativo di raggiungere la velocità massima, 10 km/h segnalati da un "bip" del DOC, è stato fatto forse in maniera troppo precoce, costringendomi ad un atterraggio di fortuna (comunque in piedi) seguito da una serie di capriole da parte del DOC a causa dell'improvvisa assenza del pilota. Ebbene, nonostante le capriole non certo gentili, il DOC 6.5 è uscito indenne dall'incidente a parte qualche graffio alla scocca e agli adesivi che, purtroppo, sono semplicemente adagiati sulle plastiche e non protetti da uno strato di trasparente.

L'incidente di percorso non deve, però, far pensare ad un hoverboard difficile da utilizzare: il prodotto di Nilox è infatti facile anche per chi non ha mai messo i piedi su una tavola del genere. In meno di un minuto, con le giuste istruzioni, riuscirete a stare in piedi e muovervi a velocità ridotta. Dopo un'ora avrete una padronanza tale da riuscire ad affrontare a velocità media qualsiasi superficie liscia e regolare (pavimento di casa o asfalto).

Entro un paio di sessioni di prova imparerete anche ad affrontare le irregolarità del manto stradale o di un marciapiede e, entro la prima settimana e a seconda della pratica che vorrete dedicarci, sarete in grado di affrontare senza problemi le piccole pendenze (il board supera pendenze massime del 15%) come le rampe dei marciapiedi e, magari, anche un giro sull'erba o sul terriccio.


Insomma anche i più "imbranati" potranno utilizzare il Nilox DOC 6.5 in scenari reali (quindi l'ipotetica tratta casa-posta e simili) in massimo un paio di settimane di pratica, pratica che consiglio di iniziare in casa, proseguendo poi con un parcheggio chiuso al traffico o una strada privata prima di buttarsi in quella pubblica.

Inoltre la batteria da 4.400 mAh è in grado di fronteggiare anche tratte più lunghe tanto che saranno diverse le occasioni in cui penserete, a fronte di un percorso di 1.5/2.5 chilometri, di prendere l'hoverboard piuttosto che la macchina, specie considerando che in 10/15 minuti sarete a destinazione senza lo stress del traffico, del parcheggio, del consumo di benzina o di quel maledetto autovelox che vi "frega" sempre ad un paio di chilometri orari sopra al limite.


I 15 chilometri di autonomia dichiarati dal produttore sono un dato assolutamente realistico che, per i più leggeri (il DOC regge fino a 100 chili) e per chi non ha troppa fretta, arriva anche ai 20 chilometri con una carica (in 2/3 ore), permettendoci - quasi - di dimenticarci di ricaricarlo. A seconda dell'utilizzo, infatti, si può arrivare anche ad una carica alla settimana.

Inoltre grazie ai LED potremo viaggiare in sicurezza grazie alla visibilità in più durante un attraversamento pedonale o in una ciclabile senza protezioni fisiche dalla strada attigua ad esempio.

Durante le varie prove ho potuto mettere alla frusta il DOC in vari scenari. Sono partito dalle prove in casa dove la precisione dei controlli si è dimostrata fondamentale per fare lo slalom intorno a tavoli, sedie e altri ostacoli, confermando quindi la qualità delle componenti hardware scelte da Nilox. In un parcheggio ho potuto testare il lato divertente di questa tipologia di prodotti e negli spostamenti quotidiani quello utile, permettendomi di lasciare a casa l'auto o la moto per la commissione in posta o la visita dal medico ad esempio, il tutto con il vantaggio di potersi portare l'ombrello in caso di pioggia (cosa che in modo o in bici risulta più difficile).


Complice la strada "di campagna" di casa mia, inoltre, ho messo alla prova le ruote e la robustezza del DOC su un percorso sconnesso che richiede più pratica prima di essere affrontato ma che è comunque alla portata delle ruote di questo modello. Inoltre, durante una trasferta a Milano, ho potuto utilizzare l'hoverboard come complemento della metropolitana per raggiungere la mia destinazione, oppure lasciarlo in macchina per qualsiasi utilizzo, scoprendo un'ottima resistenza della batteria anche alle temperature prossime allo zero (quando lasciato nel bagagliaio ad esempio).

Il breve periodo in compagnia del Nilox DOC Hoverboard 6.5 ha confermato le qualità di questo modello: purtroppo non mi è possibile esprimere un parere nel medio/lungo termine visto il tempo limitato per il test ma, nelle due settimane di prove intensive, l'hoverboard ha retto a qualsiasi maltrattamento.

Inoltre il prodotto di Nilox ha dimostrato di essere quasi privo di difetti, ad eccezione appunto degli adesivi che non godono di protezioni. In realtà, però, il difetto più grande sta nella borsa fornita in dotazione, specie per quelle casistiche di utilizzo come complemento dei mezzi pubblici o per spostarsi in città: l'assenza di una tracolla è imperdonabile se consideriamo il peso di 10 chili (facilmente scaricabile sulla schiena ma più significativo sulle mani e braccia) e consiglio quindi di attrezzarsi per cucirne una o cambiare borsa qualora prevediate un utilizzo simile. Se invece pensate di "giocarci" in un parcheggio o in uno skate park da raggiungere in auto, il difetto è trascurabile. Infine, in tema di difetti, va segnalata l'assenza di un LED di stato che ci avvisa della carica completata, costringendoci a "prendere il tempo" per capire quando staccare l'alimentatore.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, compralo al miglior prezzo da Amazon a 1,149 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve

Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS