Nissan Armada: il nuovo SUV giapponese per gli USA

11 Febbraio 2016 0


Tipicamente americano nell'aspetto, Nissan Armada è un SUV da 8 posti che non strizza certo l'occhio all'Europa viste le dimensioni e che debutta proprio in occasione del Chicago Auto Show. Si tratta di un modello basato sulla Infiniti QX80 e che segue le orme del vecchio Patrol, un rebranding con alcune modifiche tra cui il frontale in stile Nissan con la griglia a V e le luci LED.

Sotto la scocca del massiccio SUV batte un V8 da 5.6 litri che eroga 390 cavalli e forte di 543 Nm di coppia massima, il tutto gestito dal cambio automatico a sei rapporti. Curioso, invece, che il 4x4 sia proposto solamente come optional e non sia una dotazione di serie, offrendo quindi la possibilità di scegliere tra 2WD e 4WD, non sempre prevista tra i SUV "full size". Tra le altre caratteristiche annunciate (mancano i dati sulle prestazioni) c'è la capacità di traino di 3.855 chilogrammi e l'accelerazione definita come "la migliore del segmento".


Armada va a posizionarsi al top della gamma USA del produttore giapponese e guarda anche al comfort e al lusso: arrivano così parabrezza e finestrini anteriori con maggior potere isolante per migliorare il comfort acustico (insieme all'aumento dei materiali fonoassorbenti), finiture in legno e metallo e una dotazione di serie già ricca in partenza tra cui sedili anteriori riscaldabili, infotainment con display da 8 pollici, navigatore satellitare  e impianto audio Bose da 13 altoparlanti.

Tra i livelli di allestimento (tre) il top di gamma dell'Armada Platinum ci propone invece sedili anteriori riscaldabili e ventilati per il raffreddamento, seconda fila di sedili riscaldabili e volante riscaldabile. Oltre alla selleria in pelle c'è poi un sistema di infotainment con i display per la seconda file, due schermi da 7 pollici che si aggiungono a quello nella dashboard.

Sicurezza e tecnologia

Non manca poi la tecnologia per la sicurezza attiva e l'assistenza alla guida: tra le possibilità di Armada ci sono infatti il Forward Collision Warning, cruise control attivo, monitoraggio della corsia attivo, monitoraggio dell'angolo cieco e via dicendo. In particolare il monitoraggio della corsia attivo prevede sia il classico avviso acustico e visivo che l'assistenza al pilota per il ritorno in carreggiata, applicando una leggera forza frenante alle ruote opposte a quelle che stanno scavalcando la linea della corsia.

Il Predictive Forward Collision Warning funziona come i sistemi di avviso di collisione imminente ma guarda anche al veicolo davanti a quello che ci precede, così da poter percepire prima e in tempo eventuali pericoli avvisandoci della necessità di rallentare o frenare (disponibile poi anche la frenata automatica del Distance Control Assist. Infine con il Blind Spot Intervention che si affianca al monitoraggio dell'angolo cieco troviamo un sistema simile quello del Lane Departure Prevention, ovvero l'applicazione di una forza frenante per assistere il ritorno in corsia in presenza di veicoli in arrivo.


Nissan Armada 2017 sarà disponibile nell'estate 2016 in USA.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Tiger Shop a 520 euro oppure da Amazon a 589 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video