BRG fly360: i caschi con videocamera 4K a 360 gradi

11 Gennaio 2016 0


Bell e 360fly uniscono le forze per presentare la nuova gamma di caschi con videocamera 4K a 360 gradi. Integrata nella parte superiore della calotta esterna c'è una 360fly 4K dotata di diverse funzionalità. Innanzitutto è disponibile la modalità "frontale" che permette di registrare solamente la sezione anteriore in formato 16:9 con un campo visivo di 178 gradi a risoluzione di 2.560 x 1.440 pixel. Ovviamente è disponibile anche la registrazione a 360° e si può impostare anche il Time-Lapse con intervalli di 1, 2, 5, 10, 30 o 60 secondi. La videocamera è poi dotata di attivazione automatica in base al suono oltre a montare un sensore GPS, baromtro, altimetro e accelerometro integrati nel processore Qualcomm Snapdragon 800. Completano l'elenco delle caratteristiche la resistenza agli urti (fino a 1.5 metri), WiFi e Bluetooth 4.0


Queste le caratteristiche dell'action cam che è si disponibile in versione standalone, ma diventa una dotazione di serie nel caso del Bell Moto 9 Flex 360fly, Bell Super 2R 360fly, Bell Star e Giro Edit 360 fly (quest'ultimo è un casco da sci). In questi casi i caschi integrano l'hardware della videocamera che resta gestibile tramite un'applicazione per smartphone (che permette l'upload dei video) e può essere rimossa dal casco così da utilizzarla anche quando si scende dalla moto.

Interessanti, infine, le caratteristiche di sicurezza attiva come il Collision Avoidance Alert che segnalerà al pilota le situazioni a rischio collisione grazie alla possibilità di tenere d'occhio la strada a 360 gradi.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani