Ferrari quotata in Borsa: il debutto a Piazza Affari

04 Gennaio 2016 0


Ferrari fa il suo debutto in Borsa con l'arrivo sia a Wall Street (da ottobre 2015) che a Piazza Affari. Il debutto del titolo è stato accompagnato in entrambi i Paesi da una cerimonia con tanto di bandiere e auto e in Italia la presenza di politica e management è stata importante dato che hanno partecipato Marchionne, Felisa, Piero Ferrari e John Elkann oltre a Renzi.

Si tratta di una mossa importante per il gruppo Fca che, da ora, non potrà più contare su Ferrari e sui margini importanti che, da sempre, il segmento del lusso ha portato. La separazione di Ferrari da Fca ha visto il 10% del capitale quotato a Wall Street, il 10% a Piero Ferrari e l'80%, prima in mano a Fca, distribuito tra gli azionisti.

L'azione Ferrari ha debuttato in Italia a 43EUR, cifre simili a Wall Street: in USA, infatti, il debutto era stato di 52 dollari ad azione (ottobre 2015) ma il titolo ha iniziato a perdere valore assestandosi sui 48 dollari (44EUR circo).

Resta quindi da vedere quali saranno le conseguenze di questo distacco:Ferrari portava il 12& del margine operativo lordo del gruppo che ora dovrà cavarsela con le proprie forze. Già in atto un piano di investimenti per 50 miliardi che porterà benefici a Alfa Romeo, Maserati e Jeep e il prossimo biennio sarà fondamentale per capire se Fca riuscirà a centrare gli obbiettivi previsti per il 2018.

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Tigershopit a 764 euro oppure da Amazon a 869 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO

Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!