MotoGP: Rossi e Lorenzo di nuovo sul ring

22 Ottobre 2015 0


Tutti pronti per Sepang, per il penultimo round in Malesia. Sarà quello decisivo? Per Valentino Rossi e Jorge Lorenzo l´imperativo è vincere. Marc Marquez punta al sesto successo stagionale. In casa Ducati Andrea Iannone ci ha preso gusto e punta di nuovo in alto, mentre Andrea Dovizioso cerca il riscatto. Ne vedremo delle belle...

Coronarie a rischio anche stavolta? Molto probabile: del resto ne sono rimaste due di gare e Rossi arriva al Gran Premio della Malesia ancora da leader della classifica iridata con un vantaggio di soli 11 punti su Lorenzo, quindi la lotta per il titolo si fa sempre più accesa, accesissima.

Riesce difficile credere che a Sepang potremo vedere uno spettacolo migliore di quello offerto da Phillip Island, la "gara delle gare" o comunque di sicuro una delle più divertenti delle ultime stagioni.

Il maiorchino della Yamaha ha rosicchiato sette punti in classifica al suo compagno di squadra, mentre Andrea Iannone è tornato a riassaporare la gioia del podio e Marc Marquez ha raggiunto quota 50 successi in carriera dopo un ultimo giro da paura sul tracciato australiano. Che meraviglia, c´è chi si è preso la briga di contarli tutti e si dice che siano stati ben 52 (!) i sorpassi in cui si sono esibiti i "Fantastici Quattro"...


L´anno scorso qui vinse Marquez davanti a Rossi, con Lorenzo al terzo posto: lo stesso risultato consentirebbe al "Dottore" di arrivare a Valencia con un vantaggio di ben 15 punti. E se vogliamo cominciare a fare un po´ di calcoli (che per fortuna loro in pista non fanno...) Rossi si gioca il primo match point stagionale e potrebbe anche festeggiare il suo decimo titolo a Sepang: con il "Dottore" primo e Lorenzo sesto, oppure Rossi secondo e Lorenzo fuori dalla top ten. E´ difficile crederci ma Rossi potrebbe accontentarsi, anche arrivando secondo dietro al suo avversario nelle ultime due gare della stagione.

A proposito di numeri e statistiche, queste ultime sono decisamente dalla parte di Rossi, che a Sepang vanta un record mica da poco: ha vinto 6 volte in MotoGP, l'ultima nel 2010.  Il suo rivale non vince invece dal 2006, ma allora correva ancora in 250.


Rossi deve evitare di veder diminuire ulteriormente il suo vantaggio in classifica: per questo cercherà di sfruttare bene le Prove Libere per trovare subito un buon set up, per centrare una buona Qualifica e partire davanti, il più possibile, con l´obiettivo dichiarato di vincere,

Ovviamente non è molto diverso quello del suo avversario: Lorenzo ci crede, cercherà di recuperare più punti possibile per poi giocarsela nel gran finale di Valencia davanti al suo pubblico.

Il passato più recente a Sepang è favorevole alla Honda, che vanta 4 vittorie sulla pista malese e ben tre nelle ultime edizioni. E dopo il successo di Dani Pedrosa a Motegi e quello di Marc Marquez a Phillip Island, sperano proprio di continuare questa striscia vincente. Il campione del mondo uscente, visto che ormai il titolo è andato, non si risparmierà di certo, ci farà di nuovo divertire con la sua guida da funambolo e tenterà di portare a casa la sesta vittoria stagionale: Sepang è una pista che gli piace e, come già detto,ha vinto anche l´anno scorso. Dani Pedrosa, un po´ in ombra nella gara australiana, ha vinto a Sepang nel 2012 e 2013 e spera di ripetersi o almeno di salire di nuovo sul podio.

Andrea Iannone ha un vantaggio di 23 punti su Pedrosa e ha ancora due gare per confermare questo ottimo quarto posto in campionato. Prima di tutto ci dispiace molto aver letto tutte quelle stupidaggini sui "social" dopo il suo sorpasso a Rossi nella gara australiana: offendere addirittura un pilota per una cosa del genere?!? Chi è davvero appassionato non ragiona così e non si comporta in quel modo. Il portacolori della Ducati ha fatto una gran gara, la sua gara, e anche Rossi lo ha elogiato, riconoscendone le indubbie qualità. Vogliamo parlare del doppio sorpasso sul "Dottore" e Marquez?

Il tracciato malese è una delle piste più favorevoli alla Ducati: con quei due lunghi rettilinei da quasi un chilometro ciascuno e quel megamotore che ha la GP15 sarà dura per tutti. A Borgo Panigale sognano la prima vittoria stagionale e Iannone la prima della carriera.

Andrea Dovizioso non vede l´ora di salire sulla sua GP15 e mettersi alle spalle la delusione dello scorso weekend, quel tredicesimo posto che è il peggior risultato della sua stagione. A Sepang, che è tra i suoi preferiti, vanta due podi in MotoGP: secondo nel 2008 e terzo nel 2010. Considerato quanto fu positivo l´esordio della GP15 nei test di febbraio sull´asfalto malese, questo weekend lascia ben sperare anche per lui.

A Sepang quest´inverno ha mosso i suoi primi passi anche l´Aprilia RS-GP e per il team di Fausto Gresini sarà un bel test, per capire quanto sono cresciuti in questi mesi e possibilmente per confermare i progressi messi in luce negli ultimi due appuntamenti: a Motegi Stefan Bradl ha realizzato la miglior qualifica dell´anno sfiorando il passaggio alla Q2, mentre a Phillip Island  Alvaro Bautista ha ottenuto la miglior performance in gara in termini di distacco dal primo.  Qui almeno avranno dei riferimenti che consentiranno alla squadra di non partire da zero nella messa a punto della moto, come è accaduto negli altri circuiti.

Chi in Australia ha fatto una gran gara, eguagliando il suo miglior risultato nella sua stagione d´esordio è Maverick Viñales, il "rookie" del team Suzuki Ecstar, sesto al traguardo. Il tracciato malese gli piace: ha vinto in Moto2 lo scorso anno e anche nella 125 nel 2011.

Bradley Smith è saldamente in vetta alla classifica dei piloti dei team "satellite" con ben 51 punti su Cal Crutchlow (LCR Honda); a dieci lunghezze dal britannico del team di Cecchinello c´è il nostro Danilo Petrucci (Pramac Racing), seguito da Pol Espargaró.

Tra le "Open" è Hector Barbera (Avintia Racing) al comando ma con solo 2 punti di vantaggio su Loris Baz (Forward Racing). Il terzo posto è del "rookie" Jack Miller, che ha vinto davanti al suo pubblico a Phillip Island.


Il Sepang International Circuit, tracciato della generazione più recente, ospita il  Motomondiale dal 1999: è uno dei più lunghi del Motomondiale, circa 5,5 km, ed è inserito in un impianto molto bello. Pensato per lo spettacolo, è piuttosto veloce e tecnico: il suo layout è contraddistinto da quattro curve lente, una decina di curve piuttosto veloci e rettilinei che favoriscono i sorpassi e velocità di punta molto elevate.  Qui sono messi a dura prova i freni, con un paio di staccate piuttosto violente: quella in fondo al rettilineo principale e quella prima del tornantino finale. Ma anche le altre non scherzano, e bisogna tenere d´occhio le temperature dell´impianto frenante.

Tra i fattori fondamentali per la vittoria ci sarà la prestazione delle gomme e i tecnici della Bridgestone lo considerano uno dei più impegnativi per gli pneumatici, inoltre con quelle frenate così estreme è richiesta grande stabilità a quelle anteriori. Per questo e per far fronte al caldo hanno optato per le mescole più dure della gamma: "medium" e "hard". Gli pneumatici posteriori devono offrire molto grip ma anche  durare a lungo: i piloti "factory" Honda e Yamaha potranno scegliere tra mescole medie e dure, mentre quelli di Aprilia, Ducati, Suzuki e della classe "Open" avranno modo di decidere tra "soft" e "medium". Se non bastasse sono previsti temporali per sabato e possibilità di acquazzoni alla domenica, quindi anche le gomme "wet" saranno molto importanti.

I team dovranno lavorare sodo per trovare il set up giusto, soprattutto per la frenata. Ma con i test invernali fatti su questo tracciato dovrebbe (il condizionale è sempre d´obbligo) essere un po´ più semplice.

Il tracciato è doppiamente impegnativo per i piloti a causa del clima tropicale, con caldo intenso ed elevata umidità. Insomma sarà un weekend bello intenso..


I motori si accendono venerdì a partire dalle 09:00 (le tre di notte in Italia) per la prima sessione di Prove Libere. Ricordatevi del ritorno dell´ora solare quindi nella notte tra sabato e domenica le lancette dell´orologio andranno riportate indietro di un´ora. La Gara è Live su Sky Sport MotoGP HD, e anche su Sky Sport 1 HD, alle 8 di mattina con Guido Meda, Mauro Sanchini e Loris Capirossi. In replica alle 10:45, alle 14:00 e alle 17:15.

Nicola Villani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 146 euro.
Samsung Galaxy S8+ G955f 64gb Lte Viola Orchid Grey è disponibile da puntocomshop.it a 579 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve