MotoGP: ne mancano ancora tre...

16 Ottobre 2015 0


A Phillip Island continua il duello tra Rossi e Lorenzo, su una delle piste preferite dal "Dottore". Da tenere d´occhio Dani Pedrosa, più in forma che mai; Marc Marquez, nonostante la mano fratturata, tenterà di sfatare il tabù del tracciato su cui non ha mai vinto. Rivedremo le Ducati sul podio?

E´ cominciato davvero il rush finale del campionato e, una dietro l´altra, dopo la splendida gara di Motegi è già tempo di Phillip Island, ovvero adrenalina a mille per uno dei circuiti più belli del calendario. Il tracciato australiano è pronto ad ospitare un nuovo big match tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, separati da 18 punti a sole tre gare dal termine. Ognuno di loro è pronto a sferrare il colpo decisivo nella lotta per il titolo, senza dimenticare che, mentre il team Movistar Yamaha ha già fatto suo il titolo riservato alle squadre, ora Yamaha potrebbe conquistare anche il titolo Costruttori. E, se non bastasse, questa pista sembra l´ideale per la M1.


Nella gara giapponese Rossi ha guadagnato altri 4 punti sul compagno di squadra ed è pronto ad affrontare una pista che ama e sulla quale ha vinto più di tutti: vanta infatti ben 8 vittorie, 2 in 250, una in 500 e ben 5 in MotoGP, di cui l´ultima proprio l´anno scorso, quando vinse con oltre 10" di vantaggio su Lorenzo. Inoltre è salito sul podio ben 9 volte con Yamaha e altre 4 quando vestiva i colori della Honda. Sono tutti numeri di buon auspicio per il "Dottore" che però, come ha dichiarato più volte in questi giorni, preferisce ragionare ancora gara per gara, chiaramente con l'obiettivo di restare sempre davanti al suo compagno di squadra.

Lorenzo, dal canto suo, ha dichiarato di voler vincere le ultime tre gare, ma dopo il risultato di Motegi non sembra per niente facile, con un "mastino" come Rossi che non molla mai e ha la capacità di sfruttare al meglio ogni opportunità che le gare gli offrono. Inoltre lo spagnolo ha centrato una sola vittoria in Australia, nel 2013,  quando comminarono una squalifica a Marc Marquez: dovrà fare altrettanto anche stavolta se vuole mantenere aperta la lotta per il titolo, che sarebbe il terzo della sua carriera nella MotoGP. Il maiorchino, per tentare di recuperare punti in classifica nei confronti del compagno di squadra, potrebbe sperare nell´aiuto di Dani Pedrosa o Marc Marquez, ma i due portacolori dell´Honda non hanno mai vinto a Phillip Island da quando corrono in MotoGP.


Pedrosa, che nella gara giapponese li ha stesi tutti conquistando una vittoria davvero inaspettata, punta al terzo podio di fila e potrebbe giocare un ruolo importante nell´assegnazione del titolo. Dopo quella vittoria che gli mancava da oltre un anno è arrivato in terra australiana bello "carico"...


Il suo compagno di squadra Marc Marquez ha ottenuto un quarto posto a Motegi, che è tanto considerato che era in moto con una mano fratturata. Per il campione del mondo però Phillip Island è un po´ stregata: due anni è stato squalificato e lo scorso anno è caduto mentre era solo al comando. Questa volta, con la mano che fa ancora male, non sarà facile su una pista tanto impegnativa dal punto di vista fisico, che però al talento catalano piace molto. Spera chiaramente di mettere la sua firma almeno su una delle ultime gare di questo 2015, che è stato un bel disastro.

In casa Ducati, Andrea Dovizioso tenterà di riportare la sua GP15 sul podio, pur non amando troppo questa pista, mentre Andrea Iannone cercherà il riscatto dopo il primo ritiro stagionale di Motegi.


L´Aprilia spera di compiere un altro passo avanti nello sviluppo della RS-GP. Per  Alvaro Bautista qui c´è il ricordo del titolo iridato della 125 vinto proprio con la Casa di Noale; Stefan Bradl, soddisfatto dei progressi visti in Giappone, sia in qualifica che nel passo gara, spera che il meteo non rovini tutto come a Motegi.

Il team Suzuki Ecstar affronterà un test importante per la GSX-RR che vanta un buon telaio e qui potrebbe cavarsela bene, in più potrà contare su Aleix Espargaro che ha ritrovato il feeling con la moto: nonostante l´11° posto finale colto nell´ultimo round, è fiducioso di poter tornare nella top ten. Maverick Viñales non vede l'ora di salire in moto dopo la scivolata nella gara di Motegi.


Bradley Smith (Monster Yamaha Tech 3) è ancora al comando della classifica riservata ai piloti dei team "satellite" con 54 punti di vantaggio su Cal Crutchlow (LCR Honda). In classifica ci sono poi Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) e Pol Espargarò.

Hector Barberà (Avintia Racing) ha conquistato il 9° posto assoluto e la vittoria nella classe "Open" al GP del Giappone, strappando la leadership a Loris Baz (Forward racing). In classifica c´è poi grande lotta in casa Honda tra l´idolo di casa Jack Miller e Nicky Hayden, a pari punti a quota 16.

Il tracciato di Phillip Island,  dalle caratteristiche completamente diverse da quelle di Motegi, è lungo 4,4 km, con 7 curve a sinistra e 5 a destra e piace molto alla maggior parte dei piloti, perché è una bella sfida, che racchiude in sé molte insidie da non sottovalutare: si raggiungono medie molto elevate, ha molti curvoni veloci dove la moto deve essere ben bilanciata ed è sempre molto difficile trovare il set up giusto, inoltre le condizioni sono spesso critiche a causa del vento e delle basse temperature. Il suo asfalto è molto abrasivo e, da quando è stato riasfaltato nel 2012, è diventato ancora più impegnativo per gli pneumatici, soprattutto tra le curve 11 e 12. E proprio per affrontare le difficoltà di questo circuito, Bridgestone ha portato gomme slick uniche, studiate proprio per le caratteristiche del circuito australiano che si affaccia sull´oceano. E´ forse meno impegnativo per gli impianti frenanti, con appena tre staccate e nessuna particolarmente critica, ma è difficile mantenerli in temperatura e, come hanno segnalato i tecnici della Brembo, le temperature spesso rigide possono richiedere a volte l'uso di coperture in carbonio per i dischi freno.

Questa notte ci sono i primi appuntamenti con le Prove Libere, mentre continuano ad arrivare buone notizie dal Giappone sulle condizioni di De Angelis, dopo il brutto incidente di Motegi: un grosso in bocca al lupo Alex!


Il Gran Premio d´Australia è in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD. Le qualifiche, il warm up e la gara saranno live anche su Sky Sport 1 HD. Domenica mattina sveglia presto, per la partenza alle 07:00 ora italiana, ma ne vale la pena! In replica alle 9:45, 14:00, 17:30, 21:00 e a mezzanotte.

Nicola Villani

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tiger Shop a 729 euro oppure da Amazon a 785 euro.
Apple Ipad Pro (10,5) Wi-fi+4g 512gb Space Grey è disponibile da puntocomshop.it a 1,097 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve