Mercedes Classe E 2017: l'auto più tecnologica

13 Luglio 2015 0


Mercedes Classe E 2017 punterà al titolo di auto più tecnologica grazie a diverse caratteristiche per la sicurezza attiva e la guida autonoma. Abbiamo già avuto un assaggio di quello che la nuova berlina potrà fare ma Mercedes non si accontenta e rilascia nuove informazioni sulle tecnologie che implementerà sulla quinta generazione della Classe E.

Intelligent Drive Next Level è la denominazione della suite che racchiude varie tecnologie. Lo sterzo attivo permetterà sia di guidare autonomamente l'auto in autostrada, evitando al pilota il compito di seguire le curve a velocità fino a 130 km/h, sia di evitare un ostacolo, un'auto o un pedone qualora il conducente non reagisse. In caso di urto (con impatto laterale) il sedile allontana il passeggero dalle portiere.


Ovviamente la guida in autostrada lascia all'auto il controllo di acceleratore e freno, con il mantenimento automatico della distanza di sicurezza a velocità fino ai 200 chilometri orari. In tema di sicurezza troviamo poi la comunicazione fra auto e altre auto o auto e "infrastrutture intelligenti".


Tradotto in scenari di vita reale significa che, grazie al cloud, la Classe E potrà sapere in anticipo della presenza di ghiaccio o di un incidente dietro ad una curva o, in futuro, dialogare con una telecamera del traffico ad un incrocio per verificare la presenza di veicoli in arrivo o con un semaforo per ottimizzare l'approccio all'intersezione.


Per entrare e avviare il veicolo basterà poi uno smartphone dotato di tecnologia NFC, permettendoci di rimpiazzare chiavi e telecomando e con la praticità di poter usare il cellulare come chiave anche quando la batteria dello stesso è scarica.


Il telefono sarà poi utilizzabile per il parcheggio automatico telecomandato: l'auto legge gli spazi, individua quello adeguato (parallelo o perpendicolare) e ci permette di pilotarla dall'esterno nella fase di parcheggio automatico.


Infine i LED nei proiettori crescono di numero e arrivano ad 84 per gruppo ottico. Il risultato è una maggiore intensità (a vantaggio della visibilità) e un maggior controllo del fascio luminoso per il sistema di abbaglianti attivi, permettendo di "aggirare" meglio le auto che ci precedono o che giungono dalla corsia opposta e, al contempo, di massimizzare l'efficienza dell'illuminazione.


Non mancherà poi il sistema di riconoscimento dei segnali stradali che regola automaticamente il limitatore di velocità incrociando i dati con la cartografia del navigatore, il monitoraggio della corsia evoluto che funzionerà anche in caso di linee di mezzeria rovinate o la protezione delle orecchie dei passeggeri: in caso di incidente il rumore dell'urto viene controbilanciato da un'onda sonora generata per cancellarlo in maniera simile alle cuffie a cancellazione di rumore attiva.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 404 euro oppure da ePrice a 503 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Volkswagen

Volkswagen e-Up: un tranquillo weekend di live batteria

Audi

Audi A4 Allroad: recensione e prova su strada | HDtest

Michelin Track Connect: lo smartphone consiglia la pressione pneumatici in pista

Renault

ADAS Renault: vi spiego tutta la tecnologia | speciale guida autonoma LVL 2