MotoGP: questo weekend a casa di Lorenzo

11 Giugno 2015 0


Dopo tre vittorie di fila, Jorge Lorenzo è pronto per la sua gara di casa a Barcellona. Ora è a soli 6 punti da Rossi e sul circuito di Montmeló si è sempre trovato a suo agio, e anche la sua Yamaha. Lo spagnolo è pronto a lottare di nuovo per il podio: chi riuscirà a fermarlo?

E´ tutto pronto per il settimo round della MotoGP, e anche Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha vinto le ultime tre gare di fila, risalendo fino al secondo posto della classifica iridata, a sole sei lunghezze dal suo compagno di squadra Valentino Rossi. Sul tracciato di Barcellona, il maiorchino della Yamaha ha trionfato in tre occasioni nella classe regina.

Questo circuito di Montmeló, costruito vicino a Barcellona nel 1989, è uno dei più spettacolari nel calendario con numerosi punti di sorpasso, ma è anche piuttosto tecnico ed impegnativo: lungo 4,7 km, e' piuttosto severo per gli pneumatici. E´ infatti caratterizzato da curve lunghe, a raggio costante, salite, discese, curve lente e da un asfalto particolarmente abrasivo.

Il rettilineo principale è lunghissimo e la staccata per la prima curva, la Elf, è spesso teatro di grandi sorpassi.

Uno dei punti dove si possono guadagnare decimi preziosi è il lungo spettacolare curvone Renault, dove i piloti devono riuscire ad impostare una traiettoria unica, facendo in modo che la moto continui a scorrere senza perdere velocità: la difficoltà è data anche dal fatto che è in salita e si fa sentire parecchio anche sul fisico dei piloti.

Da non sottovalutare anche la curva Campsa, velocissima piega a destra fondamentale in vista del breve rettilineo Nissan, alla fine del quale è possibile tentare un attacco prima dell'ingresso nell'ultima parte, quella mista e molto tecnica, costituita dalle curve La Caixa, Banc Sabadell e New Holland. Proprio da questa serie di curve, spezzate da brevissimi allunghi, è fondamentale uscire nel modo ottimale, soprattutto dall´ultima, per sfruttare il rettilineo per i sorpassi. Quella curva lì decise il Gran Premio di Catalogna del 2009, con Rossi che mise a segno un sorpasso spettacolare su Lorenzo che gli valse la vittoria. L´epilogo di uno splendido duello tra i due (anche allora compagni di squadra in Yamaha) con alcuni sorpassi al limite, indimenticabili.


Ma a parte quella volta in cui fu beffato dal "Dottore", Lorenzo vanta quattro vittorie sulla pista catalana, una in 250 e tre in MotoGP con la Yamaha; è decisamente di buon auspicio per lo spagnolo che spera in una quarta vittoria o almeno in un podio. E ha ragione: mentalmente è in gran forma, ha ritrovato anche la forma fisica, la M1 sta migliorando, potrebbe riuscirci, Rossi permettendo...

Il leader della classifica, finora, è l´unico ad essere sempre salito sul podio e, se non vorrà subire il sorpasso di Lorenzo in vetta alla classifica, dovrà continuare così. Rossi è anche il pilota più vincente su questo circuito con nove successi all´attivo: uno in 125, due in 250, uno nella mitica 500 e ben cinque affermazioni in MotoGP, l´ultima proprio quella del 2009, che vi consiglio di cercare su YouTube, perché merita. Il "Dottore" dovrà cercare di andare meglio nelle qualifiche, di partire un po´ più avanti, per non essere poi sempre costretto a recuperare in gara: rimontare non è mai facile, neanche per un fuoriclasse come lui.

In casa Honda HRC l´impressione è che Marc Marquez stia attraversando la più grande crisi della sua seppur giovane carriera: il campione del mondo sta affrontando una serie di problemi inattesi con la RC213V e, dopo un weekend da incubo al Mugello, in cui è caduto per la seconda volta quest´anno, spera nel sostegno del pubblico di casa per dare una svolta alla sua stagione e ridurre il gap di 49 punti da Rossi in classifica. Marquez cerca proprio il riscatto nel GP di casa davanti ai propri tifosi. Qui un anno fa vinse davanti a Rossi e al suo compagno di squadra Pedrosa.

Al contrario, proprio Daniel Pedrosa sembra in forma, in netta ripresa dopo l´intervento al braccio: anche per lui però il problema resta la moto. Sistemarne l'assetto è come sempre fondamentale, così come anche il comportamento e la durata degli pneumatici. E´ la sua corsa di casa, in cui ha trionfato tre volte: in 125, 250 e MotoGP.

E le Ducati? Cercheranno di continuare la striscia positiva che finora li ha visti raccogliere sei podi dopo le prime sei gare della stagione. Al Mugello le Desmosedici GP15 sono state molto veloci e dovrebbero essere competitive anche sul tracciato catalano.

Andrea Iannone è bello carico, dopo la sua prima pole position e il secondo posto al Mugello, il suo miglior risultato in MotoGP, che lo hanno portato al 4° posto in classifica con 81 punti. E in più è riuscito ad allenarsi meglio e la spalla sinistra ha recuperato un po', pur non essendo ancora al 100%; la pista spagnola gli piace e ci ha vinto in 125 e anche in Moto2 nel 2012.


Al terzo posto nel campionato, a 25 punti da Rossi, c´è invece Andrea Dovizioso che vorrà sicuramente rifarsi dopo la battuta a vuoto nel GP d´Italia, costretto al ritiro per un problema alla corona. Ha perso punti preziosi per il campionato e vuole tornare a lottare per il podio, su cui è salito in quattro dei sei round finora disputati. Anche al "Dovi" il circuito piace molto: ci ha vinto in 250 nel 2006  e sei anni dopo ha ottenuto un terzo posto in MotoGP.

Speriamo che in Aprilia le cose comincino ad andare un po´ meglio perché soprattutto con Marco Melandri la situazione sta diventando parecchio delicata, e mi dispiace molto che un grande talento come il pilota ravennate stia vivendo un momento così difficile.

Alla Suzuki arrivano aggiornamenti per il motore:  i piloti potranno disporre di nuove parti per la GSX-RR, che ha dimostrato comunque di essere una buona moto, con un telaio molto efficace. E poi c´è l´entusiasmo, la determinazione dei due portacolori che giocheranno in casa.

Aleix Espargarò al Mugello ha sofferto di forti dolori alla mano operata pochi giorni prima ai legamenti del pollice destro. Ora però sembra migliorare giorno dopo giorno e il calore del proprio pubblico farà il resto. Il "rookie" Maverick Viñales al Mugello ha ottenuto il suo miglior risultato in MotoGP, un settimo posto molto promettente, e spera di ripetersi su un tracciato in cui ha vinto in Moto3 nel 2012.

Vedremo una nuova battaglia tra i team Satellite: al Mugello Cal Crutchlow è caduto a tre giri dalla fine e per il pilota di Cecchinello c´è voglia di riscatto dopo che, a causa dell´incidente, ha dovuto lasciare via libera al connazionale Bradley Smith.

Nelle Open Loris Baz ha vinto al Mugello e ora il transalpino del team Athinà Forward Racing è a soli 6 punti dal leader della categoria Hector Barberà.


Di sicuro Barcellona, che attira sempre tanto pubblico, non deluderà le aspettative. Come sempre potrete seguire tutto il fine settimana catalano su Sky Sport MotoGP HD, sul canale 208 di Sky. La gara della MotoGP, di 25 giri, scatterà alle 14:00 di domenica con il commento di Guido Meda e Loris Capirossi.

Il Gran Premio di Catalogna comincia venerdì mattina con la prima sessione di Prove Libere alle 09:55.

Nicola Villani

Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, compralo al miglior prezzo da Amazon a 1,149 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve

Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS