BMW i8: Le prime impressioni di HDmotori.it

29 Gennaio 2015 0

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Abbiamo finalmente avuto la possibilità di provare la nuovissima BMW i8. Eravamo incuriositi anzitutto dal piglio sportivo, e ovviamente il fatto di avere a disposizione sia un motore termico sia un motore elettrico, aggiungeva emozione e attesa alla nostra prova.


Una prova breve, visto che abbiamo potuto guidare BMW i8 soltanto per poche ore. Accedervi per più tempo è una chance molto complicata, ma noi, inguaribili ottimisti, confidiamo di averne l´opportunità più avanti.


Già dopo una sola giornata passata insieme, però, possiamo trarre varie conclusioni, perché BMW i8 ha un carattere così marcato da farti venire in mente subito decine di opinioni. Primo punto: a chi è dedicata.


BMW i8 costa 135.000 euro, e se volete anche gli ultimi optional disponibili, arriverete a sfondare quota 160.000. Perché dovrei comprare una i8 quando con una spesa più contenuta posso permettermi una Tesla Model S e avere tutta la tecnologia elettrica di cui ho bisogno? Buona domanda, ma solo in astratto, perché le vetture sono molto diverse l´una dall´altra.


BMW i8 è una super car, tanto che in giro per la città sembriamo AutoMan. Due posti, più due piccoli dietro per il chiwawa o per i trolley, visto che il bagagliaio è insufficiente anche solo per i fine settimana.


Nella plancia: uno shuttle, con le ali di gabbiano per salire e scendere dalla vettura che danno un tocco di ricercatezza ma che, specialmente per gli utilizzatori extralarge, male si confanno alla facilità di accesso.


In realtà, quindi, questa BMW i8 non può essere paragonata a Tesla Model S. Sono lontanissime cugine, se vogliamo, ma BMW i8 è la seconda macchina per chi vuole apparire e dotarsi di un modello che in pochi potranno permettersi o compreranno. Secondo punto: la tecnologia elettrica. Funziona benissimo. A disposizione abbiamo circa 35 chilometri di autonomia per una guida solo elettrica, offerta fino a circa 120 chilometri orari.


Con lo stato della carica mantenuto, opzione selezionabili da un sistema infotainment strutturato ma intuitivo, riusciamo a percorrere dieci chilometri con un litro di carburante in città. A disposizione abbiamo, oltre all´elettrico, un propulsore da 1.5 litri benzina, a tre cilindri, che eroga 231 cavalli di autonomia.


Tante le modalità a disposizione del driver, che può scegliere quella più adatta ai momenti e alle situazioni del traffico, o più semplicemente alla sua voglia di sentire la voce di un motore fulminante quando andiamo a guidare BMW i8 in modalità 2.0.


Davanti agli occhi del driver, troviamo un ampio LCD che fornisce tutte le indicazioni del caso, e l´head up display completa, insieme alla fotocamera a 360 gradi, l´immediatezza di utilizzo. Strano a dirsi, soprattutto perché BMW i8 ha dimensioni tali da rendere necessaria, almeno nei primi utilizzi, un´attenzione superiore alla media. Particolarmente incassata la posizione di guida, è meglio rifarsi ai tanti sensori in fase di manovra; attenzione poi all´angolo d´attacco, particolarmente contenuto. Terzo punto: il design.


Sembra una vettura, BMW i8, arrivata direttamente dal futuro, e a dirlo è anche l'applicazione di cui potete vedere qualche screenshot qui sotto, che dà la possibilità di controllare completamente ogni aspetto della carica, ma non solo. Forse non avremmo scelto la colorazione a disposizione per questo primo contatto, ma indubbiamente anche così si tratta di una super car che in molti si girano a guardare.


Le linee, impreziosite e alleggerite dal carbonio, danno l´impressione di essersi dotati di un `pezzo di domani´, o di qualcosa che difficilmente sposa il concetto di normalità. Non è una vettura che vedrete molto spesso per le strade delle vostre città, ma scovarla sarà un piacere, magari anche alla colonnina. Con quelle di A2A, abbiamo stimato in due ore la ricarica necessaria per portare al 100% le batterie.


BMW i8 infatti assorbe poco più di 3 kW per ora, ma in generale, oltre alla modalità esclusivamente elettrica, consigliamo l´uso combinato dei motori in modalità Sport+ per incollarsi al sedile in accelerazione, godere del ruggito del propulsore in scalata, restare composti grazie al comodo maniglione inserito sulla portiera.


Proprio le portiere, ad ali di gabbiano, rappresentano a volte un impedimento specialmente a causa del bordo ampio disposto nella parte inferiore della carrozzeria (per capire meglio, guardate il video). Eppure, una volta a bordo sembra di dover decollare non per raggiungere lo stop o il semaforo successivo, ma il pianeta più in là, o addirittura, il Sole.

Ringraziamo il concessionario BMW-Mini di Brescia, Nanni Nember, per la collaborazione.

Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2, in offerta oggi da Tiger Shop a 245 euro oppure da Amazon a 289 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest

Tesla

The Boring Company: la prima foto del "tunnel" rivoluzionario di Elon Musk

Pneumatici invernali: video guida e 10 domande sulle gomme da neve

Auto

Porsche 718 Boxster e Cayman: finalmente anche GTS