I 40 anni di Volkswagen Golf ripercorsi da HDmotori.it

15 Novembre 2014 0



La bestseller di Volkswagen festeggia il suo quarantesimo compleanno ed è più in forma che mai. Il modello che nel 1974 ha dato vita al segmento delle medie compatte è giunto alla settima generazione e negli ultimi due anni ha completato la sua gamma con un´offerta unica, quasi senza limiti. Abbiamo accettato l´invito della Casa tedesca e abbiamo partecipato alla Golf Parade, l´occasione per scoprire che "la signora" se la cava sempre meglio...

Prima di tutto auguri alla Volkswagen Golf! Quarant´anni portati davvero bene. Ci siamo presi la libertà di scrivere "i nostri" perché la Golf è un fenomeno che abbraccia più generazioni e anche i più giovani tra voi, da almeno una decina d´anni hanno conosciuto questa autovettura. Perché, seppur in epoche diverse, chi non ha sognato la leggendaria GTI? O desiderato la mitica Cabriolet...e tanti altri potrebbero essere gli esempi di versioni che hanno lasciato il segno, nel bene e, qualche volta, nel male. Già, se non l´avete avuta o sognata, probabilmente l´avete spesso vista come la "rivale" più temibile della vostra compatta preferita.

Per molti la Golf è ancora oggi uno status symbol, un riferimento, uno stile di vita, insomma un fenomeno come pochissimi altri nel mondo delle quattro ruote.

E tutto comincia proprio nella primavera di 40 anni fa: ovunque manca la benzina, c´è l´austerity, in America scoprono Fonzie e "Happy Days", Gloria Gaynor fa ballare mezzo mondo con "Never Can Say Goodbye" e nel guardaroba non possono mancare i pantaloni a zampa d'elefante... mentre succede tutto questo e tanto altro, il grande Giorgetto Giugiaro crea il design della prima Golf. Che è destinata a diventare un classico.


E da lì comincia una bellissima storia, con una prima generazione che ha il difficile compito di succedere al leggendario Maggiolino e che in breve conquisterà il mondo intero. Due anni dopo arriva la prima indimenticabile Golf GTI: un 1.6 da 110 cavalli, cambio 4 marce e solo 810 kg di peso, praticamente una scheggia...che diventerà un "cult", il riferimento tra le compatte sportive, che si distinguerà negli anni per i suoi tratti caratteristici come la linea rossa della calandra o il pomello del cambio a pallina da golf. Tre anni dopo, presentata alla stampa a St. Tropez, nasce Volkswagen Golf Cabriolet, oggetto del desiderio di più generazioni. Il 1982 è l´anno della GTD, lo strano e geniale connubio tra un motore a gasolio e un´auto compatta sportiva, un´idea che farà scuola.

La seconda generazione debutta nell´83 e tre anni dopo esce sul mercato anche la prima Golf a trazione integrale, la Syncro. Arriveranno poi la G60, con ben 160 cv, e la Rallye G60, che vanta anche le quattro ruote motrici. Due veri gioielli indimenticabili.

Gli anni ´90 sono quelli della terza generazione, che nasce nel `91 e porta con sé la prima Golf con motore a sei cilindri, la mitica VR6, il primo modello di quel segmento con un propulsore simile. E se oggi esiste la splendida R, tutto è cominciato da lì.

Il 1997 segna il debutto della quarta generazione, che stabilisce nuovi standard nel suo segmento per qualità, sicurezza e design. Gli anni successivi sono scanditi da novità tecniche di grande rilievo: la prima Volkswagen Golf 4MOTION con frizione Haldex; il primo motore TDI con sistema iniettore-pompa che raggiungerà anche la potenza di ben 150 cv per la versione più "spinta" che consumava poco, ti faceva divertire e ti permetteva di dare la paga a macchine ben più potenti e blasonate. Nel 2002 debutta anche la sorprendente R32: un enorme 3.2 litri V6 sotto al cofano con 241 cavalli e la trazione integrale, la più potente Volkswagen Golf di tutti i tempi. Su questa vettura l´anno dopo arriverà il primo cambio a doppia frizione automatico a controllo elettronico, il famoso DSG.


La quinta generazione, presentata al Salone di Francoforte nel 2003, ha il difficile compito di sostituire una serie di grande successo e riuscirà ancora una volta a sorprendere con notevoli miglioramenti, grazie anche a un riuscito design e tanta tecnologia per migliorarne il comportamento dinamico coniugando sportività e comfort. Tra le novità di rilievo arriveranno i piccoli e sorprendenti propulsori 1.4 TSI Twincharged con turbina e compressore volumetrico da 140 e 170 CV. Sulla Golf 5 esordiscono anche le versioni Bluemotion a ridotto impatto ambientale e al top di gamma la nuova R32 vanta ora ben 250 cavalli.

Nel 2008 la Casa di Wolfsburg lancia la generazione n°6 e la Volkswagen Golf riesce a superare sé stessa grazie a un design di alto livello che porta la firma di un team guidato dall´italiano Walter de' Silva, Responsabile del Design del Gruppo. Anche i nuovi motori TSI e TDI (che adottano la tecnologia common rail) costituiscono un nuovo riferimento per efficienza e prestazioni, soprattutto se accoppiati all´evoluzione più recente del cambio DSG. Aumenta notevolmente la sicurezza, attiva e passiva. L´anno seguente arriva la nuova Golf R, che abbandona il sei cilindri per esigenze di contenimento di consumi ed emissioni e opta per un più compatto 4 cilindri turbo da due litri di cilindrata: perde il suono del V6 ma non le performance sportive, con 270 cavalli e 350 Nm di coppia, per chi vuole divertirsi davvero. Nel 2011 al Salone di Ginevra debutta finalmente la Golf VI Cabrio, la prima dopo la versione del 2002.

Il passato più recente, nel settembre del 2012, vede la nascita della Nuova Volkswagen Golf VII.

Ancora più bella, più leggera e più efficiente con consumi ridotti rispetto al modello precedente fino al 23%. Continua ad essere un riferimento nello stile e nel progresso, insomma una vera trend-setter.

E´ difficile riassumere in poche righe la storia dell´auto europea di maggior successo di tutti i tempi, ma è l´occasione giusta per ricordare versioni e modelli che sono rimasti nel cuore di tante persone. E noi che siamo molto sensibili e attenti alla tecnologia abbiamo apprezzato anche il fatto che la Golf, nelle varie generazioni, è da sempre un punto di riferimento in fatto di progresso tecnologico: è sempre la prima a rendere disponibili su larga scala le principali novità e le nuove tendenze del settore delle quattro ruote. Ormai il modello che ha dato vita al segmento delle medie compatte nel lontano 1974 ha raggiunto un livello tecnologico da categoria superiore.

Non è un caso se, a oggi, in tutto il mondo, ne sono stati venduti oltre 30 milioni di esemplari, di cui 2,4 milioni nel nostro Paese.

E in Italia la passione per questa auto è enorme: al recente appuntamento di Padova con "Auto e Moto d´Epoca" Volkswagen ha festeggiato questo importante compleanno con uno stand interamente dedicato alle sue 7 generazioni e l´afflusso di visitatori è stato straordinario, senza dimenticare il raduno che da ogni angolo d´Italia ha visto giungere nella città veneta le Golf più incredibili, per allestimenti e personalizzazioni a dir poco uniche, con appassionati di ogni età che hanno dichiarato il proprio "amore" per la bella tedesca.

Ed è così nell´intero Continente: basti pensare al raduno più popolare di tutti, il Wörthersee, nato nel 1982 dall´idea di un grande appassionato, per la cronaca l´austriaco Erwin Neuwirth. Da oltre 30 anni Reifnitz in primavera accoglie il GTI-Treffen Wörthersee, sulle sponde dell´omonimo lago della Carinzia. Appassionati provenienti da tutta Europa invadono la città austriaca e i paesi limitrofi per l´evento che è diventato una tradizione: quattro giorni dedicati alla GTI e alle altre vetture sportive del gruppo Volkswagen. E´ il paradiso per gli appassionati del tuning, ma anche l´occasione per ammirare concept, esemplari unici, versioni speciali e allestimenti esclusivi dei modelli del gruppo. Se anche voi amate la Volkswagen Golf, almeno una volta nella vita regalatevi questa emozione. Per saperne di più woertherseetreffen.at/en/

Il presente della Golf è una gamma che è stata completata e vanta un´offerta esclusiva: è, infatti, l´unico modello a proporre tutti i principali sistemi di trazione, dalle tradizionali versioni a benzina e gasolio, alla più recente versione a metano, alle Golf più innovative elettrica e ibrida plug-in.

Alla Golf Parade abbiamo potuto provare la e-Golf, la prima 100% elettrica della storia, la GTE, la prima Golf ibrida plug-in con il carattere di una sportiva, la Sportsvan, la nuova monovolume compatta della gamma, e, ciliegina sulla torta, la nuova R, la più sportiva, ora con ben 300 CV.

Nei prossimi giorni qui su HD Motori potrete leggere i nostri report e vedere i nostri video dedicati a questa icona, che oggi più che mai, dopo i suoi primi 40 anni, è diventata un punto di riferimento per tutto il mondo dell'automobile.

Nicola Villani


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani