Nuova Renault Twingo: le prime impressioni dell'anti-500

15 Settembre 2014 0


Giorni fa vi avevamo raccontato della nuova Renault Twingo esposta in anteprima al Ferrara Balloons Festival, non potendoci farci sfuggire l'occasione per mettere le mani su questa succosa novità, raccogliamo qui le sensazioni a caldo derivanti da un primo contatto in cui abbiamo meticolosamente analizzato la piccola citycar francese alla ricerca di pregi e difetti.

Purtroppo possiamo solo descriverla senza il supporto di foto e video da noi realizzati (fatta eccezione per un paio di foto "paparazzate" di nascosto) poiché le hostess allo stand, in assenza di responsabili Renault, non ci hanno concesso di fare riprese (neanche fosse un esclusiva sotto embargo!!!); rimediamo però allegando video e foto dal web.


Rivoluzionaria è la parola che meglio può descrivere questa nuova terza generazione della celebre "ranocchia" della losanga francese. Tecnologica e connessa, per la prima volta con 5 porte, e soprattutto con la peculiarità di avere (insieme alla cugina Smart, con cui condivide la meccanica e buona parte dei componenti) trazione e motore posteriore. Questa soluzione permette di guadagnare abitabilità a bordo liberando il cofano anteriore (realizzato in plastica per contenere costi e pesi) che è occupato solo da radiatore, clacson e liquidi; e di migliorare la maneggevolezza della vettura, che grazie al passo di 249 cm può vantare un diametro di sterzata di soli 8.4 metri (tra le piccole solo la Toyota iQ fa di meglio).

Esteticamente ormai la conosciamo, cofano corto e linea del tetto che ricordano fortemente la piccola di casa Fiat, anche se, va detto, vista dal vivo sarà per le proporzioni o per le 5 porte, non da affatto questa sensazione di plagio. Personale il frontale con i gruppi ottici collegati da una mascherina stretta in nero lucido e losanga di dimensioni generose; più in basso, in posizione separata, i caratteristici fari diurni di forma circolare, ora con luce a Led. Forse meno riuscito ed un pò "pesante" il posteriore con portellone interamente in cristallo nero.


Abitacolo sorprendentemente spazioso; davvero ampio, agevole, pratico e ricco di portaoggetti in ogni angolo. Molto comodo il vano svuota-tasche posizionato davanti al cambio, removibile per mettere a disposizione i sottostanti porta-bicchieri, ed utili anche le fasce elastiche nelle porte posteriori per mantenere fermo il contenuto delle tasche (con incavo per bottiglie da 1,5 litri). Bella la strumentazione mista analogica e digitale (priva però del contagiri) ed il volante, piccolo ed ergonomico, dotato dei comandi per l'infotainment. Sulla plancia troviamo una piacevole plastica goffrata e colorata con tinte a contrasto che richiamano la carrozzeria, ed in linea di massima la qualità dei materiali sembra più che buona in relazione al segmento di appartenenza e non trasmette affatto sensazione di cheap. Discreto anche il bagagliaio, che nonostante sia penalizzato dalla presenza del motore, offre 188 litri e permette l'abbattimento 50:50 dei sedili posteriori e del sedile passeggero, ottenendo un vano lungo fino a 2.30 metri.


A voler trovare un difetto possiamo citare la posizione infelice di alcuni comandi come quello per il cruise control sul tunnel davanti la leva del cambio, e quelli per il telefono, posti, come tradizione Renault, in un apposito satellite sul piantone dello sterzo (scomodo e poco visibile durante la marcia). Inoltre uno sportello per chiudere il capiente e colorato vano portaoggetti ricavato nella plancia sarebbe stato ben gradito.

Proposta in due motorizzazioni benzina tre cilindri, aspirata e turbo, tre livelli di equipaggiamento (Wave, Live, Energy), e due Special Edition (la OpenAir e la Sport), la Renault Twingo sarà disponibile nei concessionari italiani a partire dal 20 settembre 2014 con prezzi a partire da 9.950 EUR per la Twingo Wave 1.0 SCe 70 CV, fino ai 14.750 euro della Energy 0.9 TCe 90 CV S&S. Quasi infinite le possibilità di personalizzazione per interni ed esterni, dove oltre a copri-ruota, cerchi e copri-specchietti colorati, si potranno richiedere stripping laterali per la carrozzeria in varie tinte e motivi.
Duplice offerta in tema di sistemi multimediali con la Radio R&GO (priva di schermo ma capace di sfruttare quello di uno smartphone, posizionato nell'apposito supporto, per gestire tutti i servizi tramite un'apposita app) ed il sofisticato sistema R-Link Evolution (su base Android) con schermo touch da 7 pollici.

In sostanza la nuova Renault Twingo ha tutti i connotati per guadagnare il titolo di anti 500 per eccellenza; ed anche le altre piccole citycar, come il trio Aygo - 108 - C1, non avranno vita tanto facile.

Rimaniamo in attesa di avere una Twingo in prova e potervi quindi raccontare  le impressioni alla guida nel canonico test-drive.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tigershopit a 569 euro oppure da Unieuro a 639 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani