Salone di Ginevra 2014: nuova Toyota Aygo nel segno della X

05 Marzo 2014 0

Dopo Citroen e Peugeot anche Toyota svela il restyling della piccola Aygo; citycar che condivide gran parte dei compeonenti con le francesi 108 e C1.

La nuova Toyota Aygo anticipa il nuovo corso stilistico del costruttore giapponese, la X che, come avevamo già anticipato nei giorni scorsi, ne caratterizza il frontale diventerà infatti un elemento distintivo anche delle prossime Toyota che prenderanno ispirazione dal design J-playful.


Proprio per merito dei nuovi canoni stilistici, a nostro parere, la Aygo risulta più personale e gradevole rispetto alle cugine francesi, anche se bisogna rendere merito che nel complesso tutto il trio è molto migliorato esteticamente rispetto alle generazioni precedenti, piuttosto anonime e poco accattivanti.

Ma la Aygo, come d'altronde anche le cugine, non è migliorata solo esteticamente; nuovi gli interni che propongono nuovi standard nel segmento per quanto riguarda la tecnologia di bordo. Il sistema multimediale x-touch integra uno schermo da 7 pollici (ovviamente touch) per la semplice gestione del infotainment con comode icone che permettono l'accesso a diverse funzioni.  Tra la dotazione tecnologica troviamo anche telecamera posteriore di parcheggio e luci a LED integrate nei gruppi ottici che ne rendono facilmente identificabile.


La Toyota Aygo di seconda generazione è lunga 3.455 mm, larga 1.615 mm ed alta 1.460 mm. Unica mtorizzazione resta  il benzina tre cilindri VVT-i da 1 litro che sviluppa 69 CV e 95 Nm. Accelera da 0 a 100 km/h in 14.2 secondi e raggiunge la velocità massima di 160 km/h, consumando 4.1 litri di benzina ogni 100 chilometri, con emissioni di 95 grammi di CO2 al chilometro. Per la versione con Start&Stop sono richiesti invece solo 3.9 litri e produce meno di 90 g/km di CO2. Prababile in futuro la disponibilità anche di un secondo motore benzinatre cilindri ma 1.2, dotato di una decina di cavalli in più. Lo schema sospensivo prevede delle MacPherson all´anteriore e ponte torcente al posteriore, con freni anteriori a disco e posteriori a tamburo. Di serie un cambio maniale a cinque rapporti ed optional l´automatico MMT.

Con diverse tinte ed abbinamenti cromatici per interni ed esterni, con possibilità del tetto apribile in tela con colorazione a contrasto,  sono elevati anche i livelli di personalizzazione di questa citycar 5 porte, che con il restyling guadagna qualità ed appeal necessari per competere a testa alta con le sue rivali; tra cui ricordiamo anche la nuova Renault Twingo fresca di debutto.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, compralo al miglior prezzo da ePrice a 598 euro.
Hp 250 G6 I5-7200 4gb 500gb Win10 Home è disponibile da puntocomshop.it a 434 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Renault

Renault Scenic dCi 160 EDC Initiale Paris: recensione e prova su strada | HDtest

Renault

Renault Koleos: recensione e prova su strada

Tesla

Tesla Model S 100 D | Prova su strada e Focus Tecnologia

Renault

Renault ZOE BOSE Q90 FLEX | HDtest