Toyota parla di auto ad idrogeno al CES 2014: il futuro è vicino

07 Gennaio 2014 0


Ormai Las Vegas, luogo in cui si tiene il CES 2014, è invasa dai produttori di auto che approfittano della vetrina dell'elettronica di consumo per presentare le ultime tecnologie dell'automotive. BMW ci ha fatto vedere l'auto in grado di guidarsi sportivamente da sola, Toyota parla invece del futuro dei carburanti con le auto ad idrogeno o Fuel Cell:

le auto ad idrogeno arriveranno nel nostro futuro molto prima di quanto molti immaginano, e in numeri di gran lunga superiori a quanto ci si aspetta

Così esordisce Bob Carter, responsabile vendite per gli USA che parla al CES 2014 prospettando un futuro dove le Fuel Cell saranno commercializzate con prezzi abbordabili entro non troppi anni. Nessuna dichiarazione su quanto il produttore si aspetta di vendere nel 2015, anno di debutto per diverse auto ad idrogeno incluso il modello di Toyota.

Quel che Bob ha fatto sapere ai giornalisti, però, è che le vendite previste sono state ritoccate al rialzo con conseguente richiesta alla casa madre di aumentare la produzione e le spedizioni programmate.

Bocche cucite anche sul modello del debutto, sappiamo già che un prototipo sta girando per i test da ormai un anno e più e ha raggiunto gli obbiettivi di prestazioni (10 secondi per lo 0-100) e autonomia (480 chilometri), con il vantaggio di cambiare le bombole in un tempo medio tra i tre e i cinque minuti.

Quando interrogato sui dubbi più comuni intorno all'idrogeno (costi e infrastrutture), Bob ha risposto:

Per anni l'uso dell'idrogeno per le auto elettriche è stato visto da persone intelligenti come un'impresa impossibile. Si, ci sono sfide da affrontare, la prima è creare un veicolo dal costo ragionevole che possa andare a convincere un pubblico di massa. La seconda è fare quel che si può [da parte di noi produttori] per dare il calcio d'inizio alla costruzione di un'infrastruttura per il rifornimento. Stiamo facendo un buon lavoro in entrambi i sensi e debutteremo nel 2015.

Parole confortanti ma che non svelano ancora nulla sul prezzo, grande incognita del momento: quel che sappiamo è che i costi di produzione, rispetto al prototipo originale del 2002, sono stati tagliati del 95%.

Per quanto riguarda le infrastrutture, infine, i progressi si iniziano a vedere in USA con lo stato della California, il più attivo nel settore delle auto ad energia alternativa, che ha stanziato 200 milioni di dollari per 20 stazioni di ricarica nel 2015, 40 entro il 2016 e 100 entro il 2024.

Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2 è in offerta oggi su a 295 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini