Google e Android in auto: la Open Automotive Alliance

07 Gennaio 2014 0


Audi, General Motors, Hyundai e Honda, questi i produttori del settore automotive che si sono uniti a Google con il suo Android e a NVIDIA per assottigliare ulteriormente quella che ormai sembra sempre più una sottile linea (rossa) tra auto e mondo mobile.

La connettività in-car è sempre più diffusa e l'obbiettivo della Open Automotive Alliance è proprio quella di creare uno standard così da migliorare la diffusione oltre alla fama e al portafoglio di Google, sempre più player onnipresente.

Interessante anche il colpaccio dell'azienda dell'androide che ha portato nell'alleanza tre nomi (Honda, GM e Hyundai) già legati da partnership con Apple per il programma Siri Eyes Free. Come conviveranno i due ecosistemi?

Chissà, nel frattempo i potenziali benefici di questa alleanza sono evidenti: innanzitutto si potrà abbattere il costo dei sistemi di infotainment, ad oggi spesso ancora molto costosi. La standardizzazione, poi, oltre alle economie di scala potrebbe avere un futuro ruolo nell'unificare la comunicazione da auto ad auto, punto importante del futuro della guida autonoma dove i veicoli parleranno fra di loro.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tigershopit a 569 euro oppure da Amazon a 639 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani